Domenico Lucano ha gli stessi meriti di chi, sotto il nazifascismo, dava ricovero agli ebrei ed è stato fermato da un’azione ‘criminosa’ dei magistrati. Lo ha sostenuto Vittorio Sgarbi in aula a Montecitorio, nel corso della discussione di una mozione sull’antisemitismo.

“Il rispetto delle diversità e l’attenzione per i più deboli e per gli ebrei di ogni momento storico – ha detto il critico d’arte che oggi ha annunciato di aver lasciato il gruppo di Fi – è uno dei fondamenti essenziali della nostra nazione”.

L’impegno del “sindaco di Riace Domenico Lucano, il cui atteggiamento politico è lo stesso di chi ricoverava gli ebrei in età fascista, è stato interdetto da un’azione giudiziaria criminale. Ritengo che una magistratura che interdice un’azione di tutela dei più deboli e dei perseguitati, sia l’emblema di una nazione che non ha più lo spirito del diritto. La magistratura – ha concluso Sgarbi – non deve interferire con la politica”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, Buffagni (M5S): “Ci sono 10 miliardi. Salvini ha detto che sono 8? Si è confuso”

prev
Articolo Successivo

Dl Sicurezza, Mattarella firma e scrive a Conte: “Rispettare la Carta”. Salvini: “Ok, ma non vogliamo passare per fessi”

next