Il pube femminile raffigurato da Gustave Courbet nel dipinto “L’origine del mondo” è di Constance Quéniaux, ballerina dell’Opéra di Parigi. È la conclusione dello storico francese Claude Schopp, contenuta nel libro “L’Origine du monde, vie du modèle” che uscirà il prossimo 4 ottobre.

Una scoperta, anticipa Le Figaro, frutto del caso: studiando la corrispondenza tra Alexandre Dumas e la scrittrice George Sand, Schopp si è reso conto di un errore di trascrizione di un passo relativo a Courbet. Una parola trascritta come “interview” (“intervista”) era in realtà “intérieur” (interno), sinonimo di organi genitali. “Uno non dipinge col suo pennello il più delicato e sonoro interno della signorina Quéniaux dell’Opéra”, recita la frase. All’epoca del ritratto, la Quéniaux aveva 34 anni e non ballava più da sei.

Finora si era ipotizzato che la modella fosse l’irlandese Joanna Hiffernan, detta anche Jo l’Irlandese, che era stata amante del pittore. La Hiffernan era stata musa ispiratrice per diversi dipinti di Courbet, che le aveva dedicato la serie “Jo, la belle irlandaise”, realizzata fra il 1865 e il 1866. Ma è una teoria che ha sempre lasciato qualche dubbio, soprattutto perché i peli pubici nel dipinto sono scuri, mentre Joanna era di capigliatura rossa fiammeggiante.