Da sabato 1 a domenica 9 settembre sul canale 305 di Sky Cinema si accende 100% Animation, un canale interamente dedicato ai film d’animazione. Tra gli oltre 40 titoli previsti non mancheranno i divertenti capitoli firmati DreamWorks Kung Fu Panda (1 e 2), che vedono il pigro, simpaticissimo panda Po trasformarsi in un temibile Maestro Shaolin; le spassose pellicole Piovono polpette (1 e 2), in cui l’eccentrico Flint inventa una macchina per sconfiggere la fame nel mondo generando però una serie di pasticci; e I Puffi: viaggio nella foresta segreta, gli ometti blu più famosi del cinema alla loro terza avventura.

Ad arricchire il canale anche molti tra i più importanti titoli targati Disney tra cui l’animazione campione d’incassi 2016 Oceania, in cui una ragazzina Maori intraprende un viaggio alla ricerca di un’isola leggendaria, e Cars 3, il terzo capitolo della saga dedicata alle auto, con protagonista l’amatissimo Saetta McQueen. Si continua con Emoji – accendi le emozioni, il colorato film ambientato in uno smartphone; Ballerina, la pellicola sull’importanza di inseguire i propri sogni ambientata a Parigi; Rio, le colorate avventure del pappagallo Blu, Anastasia, l’avvincente storia della presunta figlia dello zar di Russia; e Baby boss, l’animazione DreamWorks candidata agli Oscar® 2018 in cui un bambino entra in conflitto con il fratellino neonato che non è altro che un dittatore in miniatura.

Tutti i titoli e molti altri sono disponibili On Demand all’interno della collezione animazione. Tra questi anche Gatta Cenerentola, in prima visione il 2 settembre alle ore 21.00 all’interno del ciclo “Cult da Leoni” (da mercoledì 29 agosto a sabato 8 settembre su Sky Cinema Cult): animazione dark e visionaria ispirata all’omonima opera teatrale, è stata presentata al Festival di Venezia 2017 e vanta tra i doppiatori Alessandro Gassmann, Maria Pia Calzone e Massimiliano Gallo.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

The Favourite, commedia in costume dal mood umoristico erotico con una intensa Emma Stone

next
Articolo Successivo

Venezia 75, Lady Gaga in versione diva retrò mano nella mano con Bradley Cooper conquista il Lido

next