Elisa Isoardi fa tabula rasa e riparte da zero. La sua Prova del Cuoco non avrà proprio niente a che vedere con quella resa famosa da Antonella Clerici. Sarà proprio un altro programma. I protagonisti storici dello show, infatti, non faranno più parte della squadra proprio per volere della conduttrice di Cuneo che non ha voluto attorno a sé volti riconducibili al passato. Dunque via (come già noto) Anna Moroni, che dovrebbe avere uno spazio a Geo & Geo su Rai3. Ma non ci saranno più neanche Tinto, Federico Quaranta, Lorenzo Branchetti, Andrea Mainardi, Alessandra Spisni, Simone Loi, Marco Bianchi, Roberto Valbuzzi, Luisanna Messeri, Daniele Persegani, quest’ultimo verso Detto Fatto, e compagnia bella. Insomma, tutti i volti e gli chef più celebri della trasmissione sono stati messi in un angolo.

Sulla carta si tratta di una scelta rischiosa, perché la forza del programma era costruita proprio attorno alla familiarità dei personaggi protagonisti (oltre alla leggerezza e ai segreti della buona tavola). Ma Elisa Isoardi, sicuramente, vuole puntare sullo stupore e sulla novità di un nuovo capitolo. Al suo fianco ha voluto un volto non proprio “familiare”, come l’ex rugbista Andrea Lo Cicero, che però potrebbe essere una bella sorpresa. Al settimanale Spy ha detto: “Non sono uno chef, ma cucino da quando sono un ragazzino. Cercherò di essere una buona spalla per Elisa, provando ad aggiungere la mia spontaneità alla sua. Da sportivo vivo questo programma come se fossi su un campo di gioco: se vali, è lì che lo dimostri”.

Tra i volti nuovi anche Ivan Bacchi, che si occuperà dei collegamenti in esterna, e Claudio Guerrini, inviato dai mercati ortofrutticoli. Entrambi già visti a Buono a Sapersi. Non è invece prevista la presenza di Patrizio Roversi. Secondo le indiscrezioni che ha raccolto ilfattoquotidiano.it, la nuova Prova del Cuoco avrà anche momenti di talk e di spettacolo. Il tutto da diluire nelle due ore di diretta. Tra i nuovi chef spazio a Rita Monastero e Gregori Nalon, ex volto di Alice.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Linea Verde, Patrizio Roversi fuori: “Me lo hanno detto all’improvviso, un po’ di dispiacere c’è”

next
Articolo Successivo

Festival di Venezia 2018, L’amica geniale: qualità da vendere nello sguardo condiviso di Saverio Costanzo ed Elena Ferrante

next