Qualche momento di confusione ha preceduto l’intervento del premier Giuseppe Conte, alla Camera per il voto di fiducia, che non trovava i suoi appunti. In suo soccorso è intervenuto il suo vice, Luigi Di Maio, accanto a lui: “Vai, dai, comincia a parlare – lo ha esortato – te li cerco io, hai il microfono aperto”