Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Montecitorio per incontrare il presidente della Camera, Roberto Fico, si è fermato alcuni minuti in piazza con i manifestanti di un’azienda in crisi, la FedEx: “Sapete che Luigi Di Maio è il nuovo ministro del Lavoro?”, ha chiesto il premier. “Sì, lo stiamo aspettando, ma non si vede. Ci fidiamo di lei, presidente”. I lavoratori gli hanno esposto il loro caso, spiegando che c’è un tavolo aperto al Mise, poi lo hanno sollecitato: “Presidente, lei ha detto che è l’avvocato di tutti gli italiani, noi ci crediamo, lei è un grande”. Immediata la replica del premier: “Non sono un grande, lo devo dimostrare“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Governo Conte, nasce il nuovo centro-destra (col trattino). Per contrastarlo altro che Fronte

next
Articolo Successivo

Governo, Fico incontra Conte: “M5s-Lega durerà cinque anni? Non ho la palla di vetro”

next