Lele Mora era pronto a tutto per Fabrizio Corona”. A ‘La Confessione’, in onda venerdì 20 aprile alle 23 su Nove, Platinette svela i retroscena della relazione tra l’ex agente dei vip e il suo protetto. “Lei è stata nella scuderia di Lele Mora?”, chiede il giornalista Peter Gomez. “Sì, per tre anni, soprattutto quando è andato in carcere”, ricorda la drag queen. “L’ha sempre difeso”, commenta il conduttore. “Sì, ho difeso una persona sola nel momento in cui era sola – spiega Platinette -. Sono scappate tutte; prima ci sono passate tutte e quando un uomo si trova solo, nessuno dà una mano”. Gomez le ricorda una dichiarazione forte: “Lei ha detto che tra Mora e Fabrizio Corona c’era un intreccio che neanche Pedro Almodovar avrebbe immaginato”. “Alla base dei film di Pedro c’è il desiderio incontenibile – dice la conduttrice radiofonica -, una passione che non si può sfogare e se si sfoga si sfoga male. E’ quello che è successo tra i due”. La conduttrice radiofonica racconta l’incastro economico tra i due: “Mora era talmente preso da quest’uomo diabolico da avergli dato non so quanti denari, per un ammontare credo di 5 milioni di euro. Se siamo pronti a mettere mano al portafogli, e a cercare anche l’ultimo cent per darlo a una persona che rappresenta il nostro desiderio, siamo pronti a tutto. Quella specie di legame – conclude – era sicuramente dominato da una persona molto diabolica”.

Dopo i buoni risultati d’ascolto, la seconda stagione del programma torna sul canale Nove il venerdì, alle 23, subito dopo Fratelli di Crozza, lo show satirico di Maurizio Crozza. Tutte le puntate della prima stagione (Emilio Fede, Alex Schwazer, Lele Mora, Vittoria Schisano, Vittorio Sgarbi, Alba Parietti, Antonio Di Pietro, Erri De LucaMalena, Giacobbe Fragomeni, Vanna Marchi, Vittorio Cecchi Gori) e le prime sette della seconda stagione (Marco BaldiniAnna Mazzamauro, Eleonora Giorgi, Rocco Siffredi,
Matteo Cambi, Serena Grandi e Fausto Bertinotti) sono disponibili in abbonamento sul sito e sulla applicazione di Loft.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Vacanze Sicure, partono i controlli della Polstrada sui pneumatici delle auto – FOTO

prev
Articolo Successivo

The Match, Roma vs Milano. Sallusti: “Roma ha bisogno di un dittatore”. Fuksas: “Tangentopoli è figlia di Milano”

next