“Non ha senso aspettare le elezioni regionali. La crisi siriana ci obbliga a fare in fretta e a dare rapidamente un governo alla Repubblica. Sia presentata al più presto dal centrodestra una concreta ipotesi di lavoro che non sia solo programmatica, ma si leghi ad una maggioranza parlamentare”. Lo dice Riccardo Nencini del Psi al termine della consultazione al Quirinale. “Abbiamo chiesto al presidente Mattarella di accelerare sulla possibilità di far sì che sia presentata da chi ha vinto le elezioni una proposta concreta uscendo dalle schermaglie giornalistiche”, aggiunge.

Poi Emma Bonino scende nel dettaglio: “Nell’immediato, abbiamo accennato alla questione siriana. L’Italia deve rimanere nel quadro delle alleanze euroatlantiche e, in quella sede, partecipare senza ondeggiamenti pericolosi a discussioni sul se, come e quando intervenire, magari utilizzando gli strumenti del diritto internazionale, ivi compresa la Corte Penale Internazionale”. Ove nascesse un governo M5S-centrodestra, gli esponenti di +Europa e Insieme resteranno all’opposizione: “Non ci sono margini”, dice a tal proposito Emma Bonino dopo l’incontro con Sergio Mattarella.