Al via la seconda e ultima giornata delle consultazioni per la formazione del nuovo governo. Dopo i presidente delle due Camere, il Capo di Stato emerito Giorgio Napolitano e i partiti minori, oggi tocca ai big: alle 10 salirà al Quirinale il Pd, dunque sarà la volta di Forza Italia (ore 11), Lega Nord (12) e infine, alle 16.30, il M5S. Ma la sensazione è che si vada verso la fumata nera, con i partiti inchiodati alle posizioni di partenza, mentre prende forma l’ipotesi di un secondo giro di consultazioni.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, Scanzi: “Se il M5s si alleasse con Forza Italia perderebbe metà dei consensi. Di Maio e Salvini sempre più vicini”

prev
Articolo Successivo

Consultazioni, colloquio tra il presidente Mattarella e Roberto Fico: l’incontro dura circa 20 minuti

next