Polemica vivace a Otto e Mezzo (La7) tra Laura Boldrini, presidente della Camera e candidata di Liberi e Uguali, e il leader della Lega, Matteo Salvini. Il battibecco riguarda inizialmente i fatti di Macerata, per i quali Boldrini ribadisce che il capo del Carroccio è “un cattivo maestro” e cita l’ex candidato della Lega, Luca Traini, autore della sparatoria contro sei immigrati: “E’ stato chiaramente un atto terroristico e razzista”. “E’ colpa mia? Faccio lo psichiatra io?”, ribatte Salvini. “Non è colpa sua – continua Boldrini – ma lei non si è accorto che questo signore covava odio. Come fa a garantire la sicurezza del Paese quando non garantisce nemmeno i suoi? Non sa neanche chi ha in casa. Traini è stato espulso da una palestra perché un violento e lei se l’è tenuto dentro, dandogli anche spazio. Ci sono addirittura foto in cui vi date il cinque”. E rincara: “Traini era mosso dall’odio, che lei da anni va fomentando. Deve ringraziare gli immigrati che sono per lei galline dalle uova d’oro. Se non ci fossero i migranti in Italia, la sua carriera politica su cosa si baserebbe?”. “Su questo”, replica il segretario della Lega, mostrando una busta arancione dell’Inps di “una ragazza trapiantata cieca di 40 anni che l’Inps vuole vada in pensione nel 2047”. E attacca la legge Fornero e la sinistra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Livorno, Giorgia Meloni cacciata a suon di cori, striscioni e fischi: “Vattene fascista, non ti vogliamo”

next
Articolo Successivo

Elezioni, lo scontro Boschi-Biancofiore secondo Gene Gnocchi: “Ecco il comizio in Trentino”

next