La platea degli Oscar è una passeggiata in confronto al palco dell’Ariston. Va così, da sempre: per la gente di cinema Sanremo è “da farsela sotto”. Non serve sondarne le misteriose ragioni, anche gli artisti più in vista, le star abituate persino a Hollywood – proprio come Gabriele Muccino –  hanno paura di quel palco, di quel pubblico, di questa amata e odiata kermesse che puzza di nazionalpopolare fin dalla genesi.

Stasera ci sarà l’intero cast corale di A casa tutti bene, la crème del cinema italiano, ad affrontare non solo il Festival ma sua “la prima” serata, roba da non dormirci. Lo ha confessato Sabrina Impacciatore “mi sento già male”, portavoce dei suoi compagni che vanno da Stefano Accorsi a Piefrancesco Favino, da Claudia Gerini a Massimo Ghini, e ancora Carolina Crescentini, Valeria Solarino, Gianmarco Tognazzi, Ivano Marescotti, Giulia Michelini, Elena Cucci, Gianfelice Imparato, Giampaolo Morelli capitanati da due superveterane come Stefania Sandrelli e Sandra Milo. Uno squadrone che si farà piccolo e sorridente su quel palco maestoso e non di rado minaccioso, un tribunale d’inquisizione che “la va o la spacca”.

I celebri e celebrati attori faranno scaletta sanremese per promuovere l’uscita – prevista il 14 febbraio – del nuovo psicodramma famigliare di Muccino Sr, ormai rimpatriato dagli States, capace come nessun altro di accendere le nevrosi collettive, anche negli spettatori. A casa tutti bene, infatti, racconta del soggiorno forzato ad Ischia – novella isola dei famosi – di figli, nipoti e congiunti di Pietro e Alba per la celebrazione delle loro nozze d’oro. L’occasione di una serena family reunion diventa nelle mani di Muccino lo spunto per estrarre il loro istinto primordiale, capace di scontri frontali, urla da lupi, pianti isterici assordanti. Peccato che il bravo regista di coralità ormai cult come L’ultimo bacio o Come te nessuno mai non abbia sfruttato la chance per superarsi, per godere a pieno non solo di alcuni talenti del suo cast ma anche per lavorare su un testo dalle non poche potenzialità.