“Io penso che lo Ius Soli sia molto più maturo”. Luigi Zanda, così all’uscita della direzione del Partito Democratico. Il tempo stringe, e sia la legge sulla cittadinanza, che la legge ‘Richetti’ sui Vitalizi. sono ferme al Senato. “Dipenderà dalla durata della legislatura. Credo vada chiarita bene la questione sull’incostituzionalità” conclude il capogruppo dei Senatori dem. A Zanda replica il primo firmatario della legge sui Vitalizi, Matteo Richetti: “Se il Senato vuole approvare la legge ricetti lo fa. Punto”. Per Richetti il dubbio di costituzionalità “è un pretesto” ed il deputato dem spiega: “Non troviamo scuse. Non mi dite che un problema di tempi – semmai – è un problema politico”. E in mattinata, dopo l’incontro tra Renzi e i Radicali, accompagnati da Benedetto Della Vedova, promotore della lista ‘Forza Europa’, sollecitano al Pd l’approvazione entro fine legislatura, della legge sullo Ius Soli e sul biotestamento: I renziani ortodossi scelgono di dare priorità alla legge sulla cittadinanza e accantonare la legge sui vitali dei parlamentari