Realizzare un cortometraggio in 48 ore, sfidare aspiranti registi provenienti da tutto il mondo e guadagnarsi la possibilità di concorrere nella sezione “Court Métrage” al prossimo Festival di Cannes. Questo offre il concorso internazionale 48 Hour Film Project, l’evento giunto alle sedicesima edizione e organizzato dal circolo culturale Le Bestevem. La rassegna coinvolgerà 140 città di 5 continenti diversi, con Roma unica tappa italiana. La rassegna si svolgerà dal 3 al 5 novembre, le iscrizioni sono aperte sul sito ufficiale dell’evento e chiuderanno il 31 ottobre. Il numero delle squadre che saranno ammesse al concorso è limitato. La serata conclusiva si terrà al teatro Palladium di Roma il 23 novembre.

I prodotti saranno valutati da una giuria di esperti tra cui Marco Travaglio, direttore de Il Fatto Quotidiano (media partner dell’evento). Confermata inoltre la presenza di Michael Radford, regista de Il Postino, della sound editor Daniela Bassani (La pazza gioia, Gomorra), Deborah Landis, costume designer di The Blues Brothers. La commissione esaminerà i prodotti ed eleggerà il miglior corto che vincerà il premio di ‘Best Film of the city‘. I vincitori di tutte le 140 città si sfideranno al Filmapalooza 2018 che si svolgerà negli Stati Uniti e avranno la possibilità di vincere il premio finale, oltre alla possibilità di partecipare al prossimo Festival di Cannes.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grammatica questa sconosciuta, sette italiani su dieci commettono errori od orrori

next
Articolo Successivo

Quattro mezze cartelle / 13: A M.V.

next