Finisce con l’assoluzione per tutti e 7 i capi di imputazione il processo che ha visto coinvolto a Napoli Marco Milanese, ex consigliere politico di Giulio Tremonti. Secondo la quarta sezione del Tribunale, presieduta da Loredana Acierno, il fatto non sussiste per tutti i capi d’imputazione tra i quali la violazione di segreto d’ufficio, corruzione, associazione per delinquere e favoreggiamento. Tre capi d’imputazione erano prescritti ma il tribunale ha ritenuto di far prevalere l’assoluzione.

Milanese, difeso dagli avvocati Bruno Larosa e Franco Coppi, era accusato di aver rivelato notizie riservate relative a indagini della Direzione distrettuale antimafia di Napoli su un imprenditore, vicenda che risale al 2011 quando Giulio Tremonti era ministro dell’Economia nel Governo Berlusconi.

Soddisfazione per l’assoluzione è stata espressa dall’avvocato Bruno Larosa: “La più ampia delle formule assolutorie – ha detto Larosa – restituisce a Milanese la sua onorabilità, quella di ex ufficiale della Guardia di Finanza e poi di deputato della Repubblica”. “Voglio ricordare – ha aggiunto il legale – in questo momento felice e liberatorio due cose che questa vicenda ha causato. In primo luogo le immediate dimissioni di Milanese da consigliere politico di Tremonti, che lo portarono a non ricandidarsi alle successive elezioni. La vicenda giudiziaria ha contribuito inoltre ad indebolire l’allora ministro dell’economia fino a concausare la grave crisi economica-finanziaria dell’estate 2011 che portò alle dimissioni di Berlusconi da presidente del Consiglio”.

Quello di Napoli, tuttavia, non è l’unico processo che vede imputato l’ex consigliere di Tremonti. Lo scorso 29 giugno Milanese è stato condannato in Appello a due anni e mezzo per traffico di influenze nella vicenda Mose. Già assolto per finanziamento illecito, a maggio Milanese era stato invece condannato a tre anni e mezzo per corruzione per la compravendita di una barca, filone di indagine che si inserisce nella più ampia inchiesta su Finmeccanica.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Siracusa, chiuse le indagini sulle firme false per le comunali: 15 indagati. Anche il sindaco del Pd: il renziano Garozzo

next
Articolo Successivo

Spiaggia fascista, la Procura chiede l’archiviazione: “Non è apologia”

next