“Resta una ferita profonda nella carne di questa città. Serve un lavoro costante, silenzioso, per rimarginare e riconnettere tra loro quelle parti della società civile che lottano per la legalità”. Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi, che oggi ha assistito alla lettura della sentenza di Mafia Capitale.  “Io penso – ha detto a margine con i cronisti  – che questo sia un momento importante per la città di Roma e dobbiamo trarne tutti le conseguenze”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mafia Capitale, procuratore Ielo: “Sentenza in parte ci dà torto, ma la rispettiamo. Aspetteremo motivazioni”

next
Articolo Successivo

Mafia capitale, esultano i legali di Buzzi e Carminati: “A Roma la mafia non esiste”. Saviano: “Anche a Palermo non esisteva”

next