Tazze, portachiavi, cover del cellulare, orologi da parete, penne, calamite, tappetini per il mouse. Tutti firmati con il logo del Movimento 5 Stelle. L’annuncio è stato pubblicato direttamente sul blog di Beppe Grillo: dopo anni di banchetti, apre il primo shop online con i gadget M5s. Obiettivo: raccogliere finanziamenti per l’attività politica sul territorio e a livello nazionale. “I ricavati delle vendite”, si legge, “andranno esclusivamente in iniziative per lo sviluppo del Movimento e dei suoi strumenti di democrazia diretta. Tutti i prodotti in vendita sono pensati per dare ai cittadini la possibilità di dare un contributo e di ricambiare con un piccolo prodotto. I gruppi di attivisti locali avranno la possibilità di accedere a sconti speciali“.

La sezione store è stata attivata sul sito Movimento5stelle.it: un magazzino virtuale nel quale l’utente può aggiungere al carrello l’oggetto desiderato. A 19,90 si può comprare la t-shirt con la frase del cofondatore del Movimento Gianroberto Casaleggio: “E’ difficile vincere con chi non si arrende mai”. Esiste nelle versioni gialla, blu o grigia. Oppure con la scritta: “Keep calm e 5 stelle al governo”. Con qualche euro in più si può acquistare la cover con i cavalli di battaglia grillini: “Onestà” e “a riveder le stelle”. C’è anche la linea Eco. Penne block notes e set memo compatibili con l’ambiente. Tra le maglie, oltre alle classiche girocollo bianche col logo M5s, è possibile trovare anche le ‘divise’ ufficiali utilizzate in occasione della marcia Perugia-Assisi 2017 per il reddito di cittadinanza e dell’edizione palermitana di Italia 5 Stelle, la manifestazione che ogni anno raduna i grillini. Lo “store” online è gestito da UpCommerce, piattaforma di proprietà di BookingShow Spa, una società del Gruppo Idea attiva nella produzione e promozione di e-commerce. Nel pacchetto clienti di BookingShow figurano anche società calcistiche come Genoa, Empoli, Frosinone, Brescia, Carpi e Foggia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Saviano all’attacco sulle tesi di Renzi: “Impulsi razzisti. Aiutarli a casa loro? L’Italia lo fa vendendo armi”

next
Articolo Successivo

Pd, Barca: “Le mie proposte per riformare il partito? Non le ha filate nessuno. Renzi voleva rottamare ma l’apparato è ancora lì”

next