Il Great Ormond Street Hospital di Londra si è rivolto all’Alta Corte per una nuova udienza sul caso del piccolo Charlie Gard, alla luce delle richieste di possibili altri trattamenti, dopo che il Bambino Gesù di Roma ha inviato una lettera chiedendo ufficialmente ai medici inglesi di poter somministrare al bimbo un protocollo sperimentale “che può funzionare”.  “Siamo molto soddisfatti – ha commentato la madre del bambino Connie Yates – fiduciosi che Charlie possa avere la sua chance ora”-

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Doddore Meloni, l’avvocato: “Disse che avrebbe dovuto salvarlo lo Stato. Chi di dovere avrebbe dovuto intervenire”

next
Articolo Successivo

Migranti, Bonino risponde a Renzi: “Forse si è distratto. Accordo per far sbarcare tutti in Italia non è affatto segreto”

next