Ha lasciato Pimonte, in provincia di Napoli, ed è tornata in Germania, con la sua famiglia, la giovane di appena 15 anni che lo scorso anno subì una violenza sessuale per mano di 12 coetanei tra cui il fidanzato. A rendere nota la notizia è il garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Campania Cesare Romano. All’epoca dei fatti, a Pimonte, le reazioni alla triste vicenda furono vibranti, soprattutto da parte del vescovo e dal sindaco anche se, qualcuno, tra i genitori dei violentatori minorenni, si permise di dire che la giovane “se l’era cercata“. E oggi il sentimento popolare non sembra cambiato di molto, anzi. Almeno a giudicare da un servizio andato in onda a L’aria che tira estate, su La7. Intervistato dal cronista, il sindaco di Pimonte, Michele Palummo, sembra voler sminuire l’accaduto arrivando a definire la violenza del branco “una bambinata” commessa da ragazzini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, CasaPound tappezza la città di striscioni contro il sindaco Giuseppe Sala: “Falsario, dimettiti”

prev
Articolo Successivo

Marco Lucchinelli: morto in un incidente stradale Cristiano, il figlio del campione mondiale di motociclismo

next