Uno dei due problemi proposti per la seconda prova allo Scientifico riguarda il funzionamento di una bici con le ruote quadrate. Un quesito della maturità che si ispira a quanto creato dal Momath, il museo della matematica di New York che consente ai suoi visitatori di provarla. La bici scorre su una pedana circolare e gli angoli delle ruote vanno a “incastrarsi” nelle sue rientranze. Nella prova d’esame si chiede agli studenti di calcolare il profilo della pedana per far muovere la bicicletta.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Maturità 2017, Giorgio Caproni? Una scelta stonata dettata da meccanica necessità

prev
Articolo Successivo

Maturità 2017, seconda prova sulla bici con le ruote quadrate. Le battute sui social: “Ma saperci andare fa curriculum?” – GALLERY

next