La terza serata del festival, con i Big sul palco ad interpretare cover di brani che hanno fatto la storia della musica italiana (qui le pagelle di Michele Monina), è stata vista da una media di 10.420.000 spettatori con il 49,7 % di share, ottenendo quasi due punti percentuali in più dell’anno scorso.

L’anno scorso infatti la media d’ascolto della terza serata del secondo festival guidato da Conti aveva ottenuto 10.462.000 spettatori con il 47,88% di share. Nel 2015, sempre Carlo Conti, nel suo primo festival aveva registrato nella serata del venerdì una media di 10.586.000 spettatori con il 49,50% di share.

Il picco di ascolto è stato nel momento dedicato alla levatrice Maria Pollacci, che ha registrato 15.578.893 telespettatori. Mentre per quanto riguarda lo share picco del 55,11% alle ore 1.12, con l’annuncio dei big eliminati. La copertina di Crozza ha fatto balzare lo share dal 50,3% al 53,5%. Mentre il Dopofestival ha incassato 1,9 milioni spettatori con il 38,65% di share.

Esulta il direttore di Rai 1, Andrea Fabiano: “Ancora un bellissimo risultato”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sanremo 2017, le foto della serata: dal sudore di Mika alla gag della caramella di Conti-De Filippi

prev
Articolo Successivo

Festival di Sanremo 2017, due ore e mezza di buona televisione spezzate dal ‘Mazzolin di fiori’

next