Checco Zalone è protagonista anche quando non lo è. E il suo video-augurio per Al Bano, mandato in onda durante la finale del Festival anche se il leone di Cellino era stato già eliminato, è risultato molto più efficace di molte delle esibizioni comiche di questa settimana sanremese: “Ciao Al Bano, è un onore fare l’in bocca al lupo al secondo pugliese più importante d’Italia oggi. Tu sei forte, canti bene e non sai quante mie amiche vorrebbero essere tue ex mogli perché paghi gli alimenti. Ti auguro di arrivare quarto o quinto o sesto, perché, parliamoci chiaro, più di quello dove caz.. vai? E poi, come quando si fa l’amore, chi arriva per primo è sempre sconfitto. Ciao Carlo Conti, ciao Maria e tutti i cachet in ordine decrescente”.

Chissà se almeno la simpatia di Zalone avrà strappato un sorriso ad Al Bano, arrabbiato assai dopo l’eliminazione.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sanremo 2017, il pezzo paraculo e genialoide di Gabbani e il futuro del Festival: chi lo condurrà nel 2018?

next
Articolo Successivo

Sanremo 2017, Gigi D’Alessio polemico: “Io, Ron e Al Bano siamo stati usati. Giuria troppo radical chic”

next