Nina Moric contro la squadra calcio Napoli su Facebook: “Vota anche tu ‘SI” se vuoi che il Napoli esca dall’Europa! #NapExit“. Con queste parole la showgirl croata si è cacciata in un vero e proprio vespaio sui social. Numerosi i commenti dei tifosi napoletani sui suoi profili Twitter e Instagram. La modella ha scritto su uno stato “al vetriolo” in vista della partita di Champions League tra la formazione allenata da Sarri e il Benfica, scatenando tutta una serie di commenti indignati.

E le reazioni a quelle parole non sono mancate. I tifosi, al termine del successo degli azzurri del 6 dicembre contro il Benfica e della conseguente qualificazione del club di Aurelio De Laurentiis agli ottavi di Champions, le hanno scritto di tutto. Le hanno dato anche della “razzista”. E alle offese replica: “Ma quale razzismo? Una prende in giro una squadra che stasera potrebbe non passare il turno in Champions e tu vedi del razzismo? Ma l’intelligenza dove sta? Mi pare che ho preso in giro anche l’Inter quando c’è stata occasione, o il Milan, la Juve, solo quando si tratta del Napoli subito il post diventa razzista o cattivo?”. Gli azzurri hanno battuto la squadra portoghese 2-1 nell’ultima partita del gruppo B giocata a Lisbona. Il Napoli chiude il girone al primo posto con 11 punti. Ma poco prima del match l’uscita della fidanzata di Luigi Mario Favoloso, di diversi anni più piccolo di lei, sui social ha scatenato una bufera di polemiche.

Nina Moric, tra i tanti commenti, ha risposto così rispondendo ad un supporter del Napoli: “Alla fine ho portato fortuna. Spero almeno tu abbia capito che si scherzava sul calcio, mai avrei immaginato una simile shit-storm. Se mi date il permesso lo faccio ad ogni partita europea così il Napoli vince la Champions”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Bob Dylan, alla cerimonia del Nobel manda un discorso (e Patti Smith)

prev
Articolo Successivo

Rovazzi sta con Scanzi: “Vero fenomeno del web. Lascio a lui quel ruolo e me ne lavo le mani: è fantastico”

next