Roshelle 7
Fedez come produttore non ne sbaglia una. Affida Imogean Heap a Roshelle. Che la porta a casa bene. Non come l’originale, ma ovviamente sapendo di non essere l’originale Roshelle opta per una strada differente, molto appoggiata sugli effetti, a dimostrazione di essere già una professionista. Da tempo. Brava. Anche Umbrella in chiave Singin’ in the rain la porta a casa con mestiere, e mostrando le zizze, che non guasta mai. Un centone su di lei alla Snai è ben speso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

VASCO DA ROCKER A ROCKSTAR

di Michele Monina e Vasco Rossi 16€ Acquista
Articolo Precedente

Luciano Ligabue: “Questa volta non canto “i cazzi miei”. Ma quelli di un uomo che lotta contro la crisi, economica e soprattutto personale”

next
Articolo Successivo

Il violino di David Garret oltre i confini del possibile. Tributo a Michael Jackson con “Smooth criminal”

next