Il rischio sismico aumenta con il caldo e l’umido. Altra leggenda metropolitana che si trascina dai tempi dei tempi. “Sopravvive nell’immaginario come un retaggio dalla visione aristotelica del terremoto – spiega il sismologo Camassi – che collega il fenomeno alla fuoriuscita di vapori caldi dal terreno”. In realtà i terremoti non hanno nessuna relazione con la meteorologia: caldo o freddo, pioggia o sole, non cambia.

INDIETRO

Terremoto, “prevedibile, avviene di notte e con il caldo”: tutte le bufale sui sismi

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Amatrice, le immagini dei soccorsi tra le macerie dell’Hotel Roma

next
Articolo Successivo

Terremoto Centro Italia, Bertolaso: “Subito le tendopoli, sperando non siano state usate tutte per gli extracomunitari”

next