Un’ondata di raid aerei hanno colpito la città di Aleppo in vari zone. Bombardieri russi decollati dall’Iran hanno colpito nel tentativo di liberare la città dai miliziani dell’Isis. Alcune zone abitate da civili sono state ridotte in macerie, ancora incerto il numero delle vittime ma sarebbero almeno 20, tra cui 3 bambini. Per i Comitati di coordinamento locale sono stati i jet russi a colpire ma secondo l’Osservatorio per i diritti umani non è così chiaro. Intanto, tra le case distrutte si leva il dolore di chi ha perso i propri cari

 

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Russia, si ferma in autostrada per controllare il motore e viene travolto da un’auto. L’orrore in diretta

next
Articolo Successivo

Turchia, liberi 38mila detenuti comuni per far spazio ai golpisti. L’ambasciatore turco in Italia: “Sono come la mafia e la P2”

next