Un’ondata di raid aerei hanno colpito la città di Aleppo in vari zone. Bombardieri russi decollati dall’Iran hanno colpito nel tentativo di liberare la città dai miliziani dell’Isis. Alcune zone abitate da civili sono state ridotte in macerie, ancora incerto il numero delle vittime ma sarebbero almeno 20, tra cui 3 bambini. Per i Comitati di coordinamento locale sono stati i jet russi a colpire ma secondo l’Osservatorio per i diritti umani non è così chiaro. Intanto, tra le case distrutte si leva il dolore di chi ha perso i propri cari

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Russia, si ferma in autostrada per controllare il motore e viene travolto da un’auto. L’orrore in diretta

prev
Articolo Successivo

Turchia, liberi 38mila detenuti comuni per far spazio ai golpisti. L’ambasciatore turco in Italia: “Sono come la mafia e la P2”

next