Il sindaco di Siena Bruno Valentini (Pd) è indagato in un’inchiesta per una procedura di partecipazione del Comune di Monteriggioni – dov’era primo cittadino fino al 2013 – a un bando della Regione per un finanziamento finalizzato alla realizzazione di un campo da baseball. Valentini ha ricevuto un invito a comparire in tribunale: è coinvolto come rappresentante legale del Comune e firmatario della richiesta per partecipare al bando. L’impianto sportivo, grazie anche al finanziamento della Regione, è stato realizzato negli anni successivi, quando Valentini era già alla guida dell’amministrazione di Siena.

“Sono pienamente convinto di essere estraneo a qualsiasi contestazione” ha detto Valentini. Il bando, aggiunge, “ha consentito la realizzazione di una struttura sportiva fortemente voluta dagli appassionati di questa disciplina e tra l’altro è l’unica del genere in provincia di Siena”. “La mia serenità e fiducia nel lavoro della magistratura si uniscono all’auspicio che si faccia chiarezza nel più breve tempo possibile. Nessuna contestazione, peraltro, ha a oggetto, per quanto mi riguarda, procedure di natura urbanistica e ribadisco che si tratta di una questione che è collegata al mio ruolo istituzionale di legale rappresentante del Comune e dunque firmatario della domanda di partecipazione”.

Il sindaco aveva già ricevuto un altro avviso di garanzia nella primavera scorsa per un’altra vicenda: in quel caso le ipotesi di reato sono falso in atto pubblico e omissione d’ufficio per fatti del 2009 e 2010. Al centro delle indagini, in quel caso, la variante al regolamento urbanistico che, secondo l’ipotesi dei pm, ha permesso la realizzazione di alcuni appartamenti che – sempre secondo la Procura – sono frutto di abusi edilizi.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Diritto civile e del lavoro: la legge penalizza l’accesso alla giustizia dei lavoratori

next
Articolo Successivo

Brescia, 42 operatori della comunità Shalom a giudizio per maltrattamenti e sequestro di persona

next