È morto all’età di 72 anni Claudio Angelini. Il giornalista, storico volto della Rai, si è spento a New York martedì 2 giugno a causa di una malattia che lo aveva colpito di recente. L’annuncio è stato dato dalla moglie, Olga Cortese.

Angelini era presidente della Società Dante Alighieri a New York, un’istituzione che si occupa di tutelare la lingua e la cultura italiana nel mondo. Era anche presidente emerito della Rai Corporation. Viveva a New York dal 1997 e nella città americana è stato capo della sede Rai e responsabile dell’ufficio di corrispondenza dei telegiornali. A Roma invece, è stato direttore dei giornali radio Rai, vicedirettore e presentatore del Tg1 e curatore di varie trasmissioni culturali.

Non solo televisione e radio, Angelini era uno scrittore. Oltre ad essere stato autore di diversi libri, era anche il promotore del Premio Capri, uno degli eventi letterari e culturali più importanti dell’isola in provincia di Napoli. In questi giorni stava preparando l’edizione 2015. Si è anche occupato della composizione di alcune ballate musicali, raccolte nel 1982 in un disco dal titolo Ed eccomi qua…nel giardino delle meraviglie.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festa della Repubblica Italiana, Google doodle sbaglia la disposizione dei colori della bandiera (FOTO)

next
Articolo Successivo

Caserme sulle Dolomiti? No, alberghi a 5 stelle per ufficiali: “26 euro al giorno, pensione completa”

next