Il 23 settembre 2008 Gianpaolo “Gianpi” Tarantini parla al telefono con Silvio Berlusconi della prossima cena da organizzare. E Berlusconi fa la conta degli uomini presenti: “Noi siamo messi così, come uomini..tu, io.. poi, Carlo Rossella, Presidente di Medusa.. Fabrizio Del Noce, ehh.. direttore di Raiuno, e un Responsabile di tutta la fiction Rai.. Sono persone che possono far lavorare chi vogliono.. ecco, quindi, le ragazze hanno l’idea di essere di fronte a uomini che possono decidere.. del loro destino, quindi (incomprensibile); ecco, l’unico ragazzo sei tu, gli altri sono dei vecchietti.. però hanno molto potere…”. Poi l’ex premier parla della nostalgia per le sue “bambine”: “Io c’ho due bambine piccole, che è tanto che non vedo.., per cui, una fa.. la, la, la.., la giornalista in Rai.. ehh.. in Mediaset.., allo sport, è una napoletana molto simpatica, molto dolce.., e un’altra bambina di 21 anni, brasiliana, che un po’ mi ha.., che mi ha pianto al telefono, dicendomi che l’avevo dimenticata, e allora la faccio venire”  di Antonio Massari

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso escort, Berlusconi a Tarantini: “La patonza deve girare, se no mi sento in debito”

next
Articolo Successivo

Quelli che vogliono Cesare Battisti libero

next