“Vanessa e Greta, sesso consenziente con i guerriglieri? E noi paghiamo!”. Mentre Greta Ramelli e Vanessa Marzullo raggiungevano le loro abitazioni e facevano le prime dichiarazioni pubbliche dal momento del rilascio, su Twitter Maurizio Gasparri rilanciava, senza filtrare, illazioni circolate in rete nelle ore precedenti. Alle 21.15 il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Madama e vice presidente del Senato sparava dal suo profilo ufficiale un commento relativo a presunte dichiarazioni delle ragazze. Parole mai confermate, circolate su alcuni siti probabilmente al solo scopo di attaccare le due volontarie rapite in Siria. Quello che è trapelato dai primi interrogatori di Greta e Vanessa è che loro avrebbero negato di avere subito violenze. Gasparri, però, inverte il senso di quelle parole. E, intervistato da Repubblica sulle ragioni di questo gesto, si difende così: “E’ una notizia che ho trovato su un sito, Piovegovernoladro. Mi sono limitato a chiedere se fosse vero”.

#VanessaeGreta sesso consenziente con i guerriglieri? E noi paghiamo! @forza_italia

— Maurizio Gasparri (@gasparripdl) 17 Gennaio 2015

Nel corso dell’intervista, Gasparri non è minimamente sfiorato da dubbi: “Un sito riportava che lo avevano detto le due ragazze ai pm. Io registro e chiedo, non ho affermato nulla. Quel sito è autorevole? Che ne so“. E ancora: “Capisco che c’è un clima di censura“. Le risposte a Gasparri arrivano direttamente dagli utenti di Twitter, immediatamente sotto la sua affermazione. Si va da “usa come fonti Lercio.it?” a “grazie per la botta di autostima che ci regali a ogni nuova fregnaccia”. E ancora: “Lui non prova vergogna, ma la provare a noi” e molti altri commenti di questo tenore.

Del resto, l’uso spregiudicato di Twitter da parte di Gasparri non è una novità. Basta citare gli ultimi due casi “celebri”. Quando la scorsa estate l’Italia ha battuto l’Inghilterra ai Mondiali di calcio, il senatore ha cinguettato: “Fa piacere mandare a fare …. gli inglesi, boriosi e coglioni“, scatenando una pioggia di critiche. Pochi mesi fa, invece, la polemica con una fan sovrappeso di Fedez: “Meno droga, più dieta, messa male”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Forte Forte Forte, Raffaella Carrà e la fine di un’epoca

next
Articolo Successivo

Greta e Vanessa, il web chiede le dimissioni di Gasparri

next