“Vogliamo una scuola che un giorno non ci faccia lavorare gratis”. Con questo slogan un centinaio di partecipanti alla mobilitazione della scuola hanno occupato il parcheggio di competenza del Provveditorato agli studi di Milano. Qualche attimo di tensione con le forze dell’ordine, ma la situazione è subito rientrata nella normalità. Gli slogan della marcia a cui hanno preso parte diverse migliaia di persone: “Vogliamo una scuola pubblica”, “No agli stage non retribuiti”, “No al lavoro gratuito o a quello volontario di Expo”. Durante il corteo alcuni manifestanti hanno scaricato un sacco di letame davanti a degli uffici distaccati dell’Università Cattolica del Sacro Cuore  di Fabio Abati

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Sciopero 10 ottobre, a Roma sfila il corteo degli studenti: “La buona scuola siamo noi”

prev
Articolo Successivo

Cortei scuola, a Torino studenti bruciano manichini con facce di Renzi e Giannini

next