“Sull’articolo 18 non abbiamo bisogno di una discussione ideologica“.  Durante la sua visita al cantiere di Expo il premier Matteo Renzi è tornato sul tema sollevato nei giorni scorsi dal ministro dell’Interno Angelino Alfano, che aveva chiesto di abolire l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori entro la fine dell’estate. Poi prende tempo: “Riscriviamo insieme lo Statuto dei Lavoratori”, senza però fornire particolari sul piano di riforme per i lavoratori. Dopo aver parlato dal palco della manifestazione Renzi si è prodotto infatti nella solita girandola di selfie e strette di mano, uscendo dalla conferenza stampa al grido di “veloce, veloce, veloce” e “selfie, selfie, selfie”  di Francesca Martelli

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fondi europei, il sarcasmo di Renzi: “Bruxelles chi?”

next
Articolo Successivo

Quale democrazia dopo la democrazia?

next