Il Movimento 5 stelle dopo il dato nazionale e regionale lo ha promesso: “Lo Tsunami arriverà fino al Campidoglio”. Chi si è proposto da mesi per la corsa sindaco di Roma, è certamente David Sassoli. L’europarlamentare Pd è sceso in campo dall’8 ottobre. Ma Sassoli dovrà vedersela con altri esponenti del centrosinistra che concorreranno alle primarie, tra questi: il renziano Paolo Gentiloni, Luigi Nieri (Sel), ma soprattutto Ignazio Marino. Poi ci sono gli outsider: l’indipendente Alfio Marchini e il candidato del M5s che oggi stesso sarà presentato al popolo della rete e ai cittadini romani. Intanto che si trovi lo sfidante di Gianni Alemanno (Pdl), la città si appresta ad affrontare l’ennesimo venerdì nero per i mezzi pubblici, con lo sciopero di 24 ore. Il confronto con David Sassoli alle 14,30 in diretta streaming sulla web-tv de ilfattoquotidiano.it ospiti: Silvia D’Onghia (Il Fatto); Massimiliano Tonelli (Blogger); David Perluigi (ilfattoquotidiano.it). Potete interagire inviando commenti e domande tramite i social network del Fatto. Per Twitter gli hashtag sono: #FattoTv #DilloaSassoli #Roma2013

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Nuovo governo, Napolitano cerca il “nulla osta” dei 5 Stelle. E Grasso prende quota

prev
Articolo Successivo

M5S, sul blog di Grillo: “Martinelli e Messora non sono portavoce”

next