Assalto a un furgone portavalori questa mattina a Vasto sull’autostrada A14 Bologna-Taranto, all’altezza del km 445. Tre veicoli sono stati dati alle fiamme ma non risultano feriti. A causa della rapina Autostrade per l’Italia ha deciso di chiudere il tratto compreso tra Vasto Nord e Vasto Sud in direzione Bari. Sul luogo dell’evento, dove oltre al personale della Direzione 7° Tronco di Pescara sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco e i soccorsi meccanici, attualmente si registrano circa 2 km di coda. Il provvedimento di chiusura del tratto si è reso necessario per consentire l’intervento dei Vigili del Fuoco e i rilievi da parte della Polizia.

Autostrade per l’Italia consiglia agli utenti provenienti da Pescara e diretti verso Bari di uscire a Vasto Nord per rientrare a Vasto Sud percorrendo la SS16 Adriatica. Il Call Center Autostrade è disponibile al numero 840042121.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

L’Aquila, auditorium inaugurato e inagibile. Ma riaperto per Cazzullo

prev
Articolo Successivo

Codice della strada, soccorrere un animale investito ora è obbligatorio

next