Chiusura debole per Piazza Affari. Il Ftse Mib ha ceduto l’1,51% a 15.349 punti e l’All Share perde l’1,42% a 16.263. Una giornata difficile per la borsa italiana stretta tra l’incertezza scatenata dalla minaccia di Silvio Berlusconi di togliere la fiducia a Monti e i timori legati a Grecia, dove le banche rinvieranno di un mese i conti, e Spagna. In risalita lo spread Btp-Bund che arriva a 356.

Sul listino ne fanno le spese le banche; giù anche energetici e industriali, Ansaldo Sts e Pirelli in controtendenza. Fiacchi gli scambi, scesi a 1,3 miliardi di controvalore con Wall Street chiusa per l’allarme uragano. 

Ma i ribassi che oggi hanno colpito piazza Affari e il rialzo dello spread Btp-bund “non sono da ricollegare all’instabilità politica che sta vivendo l’Italia. Bisogna lasciar depositare la polvere”, ha spiegato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, a margine dell’assemblea di Confindustria di Monza e Brianza. “Non so se dipende da questo”, ha risposto Squinzi a chi gli chiedeva del nesso tra l’instabilità politica del Paese, dopo le dichiarazioni di Silvio Berlusconi di sabato scorso, e le turbolenze sulla Borsa italiana. “Non è ancora chiara la chiave di lettura”.

Chiusura in calo anche per la Borsa di Londra a -020% con il Ftse-100 a 5.795,10 punti, Francoforte a -0,4% con il Dax a 7.203,16 punti, Parigi a -0,76% con il Cac 40 a 3.408,89 punti. E la Borsa di Madrid a -0,59% con l’Ibex 35 a 7.729,50 punti. 

Mentre i mercati azionari Usa non hanno aperto a causa del passaggio dell’uragano Sandy, secondo le ultime comunicazioni del Nyse e del Nasdaq di domenica sera. Nel corso della giornata di ieri, Nyse Euronext, la controllante del Nyse, aveva annunciato che il trading elettronico sarebbe rimasto aperto e che sarebbe rimasto chiuso solo il trading floor, la sala delle grida. “Condividiamo il consensus dei mercato e dei regolatori che le condizioni di pericolosità risultanti dall’uragano Sandy renderanno estremamente difficile assicurare la sicurezza delle nostre persone e delle nostre comunità. La sicurezza deve essere la nostra principale priorità”, afferma il Nyse nel suo ultimo annuncio. “Lavoreremo con l’industria per determinare i prossimi passaggi nel ripristinare gli scambi, non appena la situazione lo permetterà”, aggiunge. Nel frattempo il Nasdaq ha comunicato che chiuderà tutti i mercati azionari e dei derivati, come pure il Nasdaq/Finra Trf. I mercati Usa potrebbero rimanere chiusi anche domani, secondo le due società. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Dopo Berlusconi, smontare Monti!

next
Articolo Successivo

Titoli di Stato, collocati 8 miliardi di Bot. Bene l’asta con tassi in calo

next