Vuoto di governo no, ma “certamente quello che è uscito indebolisce complessivamente l’immagine del governo”. Il presidente della Lombardia Roberto Formigoni, intervistato dal Mattino, non ci gira troppo attorno. Definisce “impressionanti e inaccettabili” le cose emerse dall’inchiesta barese e chiede che Berlusconi le “spieghi abbondantemente”. Per l’esponente Pdl però il governo “deve andare avanti”. A patto che arrivi “uno scatto di operatività”.

“Le cose che escono fuori – afferma Formigoni sull’inchiesta di Bari – sono certamente impressionanti e inaccettabili. Dopo di che, Berlusconi in una lettera lo ammette ma scrive che la realtà è diversa. Il beneficio del dubbio va coltivato e dobbiamo riconoscergli il diritto di spiegare come stanno le cose. Ecco, semmai occorre che spieghi abbondantemente le cose”.

Poi il governatore della Lombardia torna sulla questione della finanziaria, vero banco di prova che lo ha contrapposto al suo stesso governo: “Napolitano – dice – si è mosso molto bene, forse anche travalicando il suo ruolo, ed ha fatto bene”. E sull’esecutivo aggiunge: “C’è una debolezza. Certamente quel che è uscito indebolisce complessivamente l’immagine del governo. Ma prima di trarre conclusioni il presidente ha diritto a spiegare i fatti. E poi, un governo lo si giudica per quel che fa non per i comportamenti dei singoli”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

“Fondamentale dialogare con Casini”
Il Pdl cerca l’accordo con l’Udc

prev
Articolo Successivo

Se Tafazzi è il nostro spirito guida

next