Niente da fare per ‘Fuocoammare‘ di Gianfranco Rosi, candidato come migliore documentario: l’Oscar in questa categoria è andato a ‘O.J.: Made in America’, regia di Ezra Edelman sulla storia dell’ex campione di football O. J. Simpson, oggi in carcere per omicidio. Ma l’Italia può gioire per l’Oscar al miglior trucco, andato ai trio di truccatori di ‘Suicide Squad’, di cui fanno parte due make up artist italiani: Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini (l’altro è Christopher Nelson). Bertolazzi dal palco ha dedicato il premio “atteso da 50 anni” agli “immigrati” come lui e alla moglie scomparsa. Ed è un inno alla convivenza nella diversità anche il lungometraggio d’animazione Zootropolis di Rich Moore e Byron Howard, che si è aggiudicato l’Oscar per la sua categoria