Si è buttato dal balcone tenendo in braccio il figlio di tre anni: sono morti entrambi, praticamente sul colpo. L’episodio è avvenuto a Padula, piccolo centro del Vallo di Diano, in provincia di Salerno, al confine tra la Campania e la Basilicata. L’omicidio-suicidio si è verificato nella notte, nei pressi di piazza Umberto I. L’uomo, un 45enne del posto, secondo quanto riferito dagli investigatori, ha dormito a casa della madre che si trova nello stesso edificio dove viveva con la moglie e il figlioletto.

Nella serata di lunedì 23 gennaio ha litigato con la compagna. Quando lei si è addormentata ha preso il figlio, lo ha portato con sé sul terrazzo e si è lanciato nel vuoto con il piccolo fra le braccia. L’uomo, ipotizzano gli inquirenti, viveva un momento di forte stato depressivo per problemi di salute. Nella piazza principale del paese, dove è avvenuto l’episodio, sono intervenuti i carabinieri della stazione locale e i vigili del fuoco del distaccamento di Sala Consilina.