Gli abitanti della striscia di Gaza hanno voluto ricordare con una statua di sabbia Aylan Kurdi, il bambino siriano morto il 3 settembre sul litorale vicino a Bodrum, in Turchia.

Su una spiaggia è comparsa una scultura di diversi metri che rappresenta il piccolo, sdraiato a terra e vestito con pantaloncini blu e maglietta rossa. Proprio come nella foto che ha fatto il giro del mondo.

E la scelta del luogo non è casuale: più o meno nello stesso punto, il 17 luglio 2014, durante un’offensiva israeliana quattro bambini palestinesi rimasero uccisi da un missile mentre giocavano a pallone.