Scontri tra manifestanti e polizia nei pressi del limite della zona rossa intorno alla Reggia di Capodimonte, dove si tiene il vertice della Bce. È l’epilogo della grande manifestazione di oggi (giovedì), a Napoli, per protestare contro l’austerity. Un manifestante è riuscito a scavalcare il muro di cinta della Reggia utilizzando una scala. Gli agenti di guardia al palazzo sono riusciti a bloccarlo e lo hanno portato in questura. L’hanno chiamata “La quinta giornata di Napoli” per il numero dei manifestanti e l’intensità delle proteste “Block Bce” e il corteo non ha deluso le attese anche se non ci sono stati feriti. Migliaia le persone in strada al grido di “stop austerity” per protestare contro le politiche economiche europee, sfruttando il vertice organizzato dalla Banca Centrale Europea e quello delle piccole e medie imprese europee, entrambi organizzati per il 2 ottobre. Attendiamo gli “assassini in giacca e cravatta“, gridano i manifestanti, mentre la Questura di Napoli impiega circa 2 mila agenti posizionati nei punti più caldi delle proteste. In una città che da oggi è ufficialmente senza sindaco, dopo la sospensione di Luigi De Magistris in seguito alla condanna a un anno e tre mesi per il processo Why Not, i poliziotti temono scontri  e, per questo, indossano delle videocamere sulle divise. Durante la conferenza stampa che ha tenuto dopo la sospensione da sindaco di Napoli, Luigi De Magistris ha voluto sottolineare il suo sostegno ai manifestanti e non ha risparmiato un attacco nei confronti degli “ospiti” della Bce: “Grazie alla celerità del prefetto, mi è stato risparmiato l’imbarazzo di stringere certe mani. Se non fossi stato sospeso avrei fatto un discorso politico, condannando lo strozzinaggio che le banche centrali europee attuano verso i cittadini. Forse qualche manina dell’ex Sifar mi ha sentito e ha deciso di accelerare la sospensione” 

video di Mauro Episcopo e Andrea Postiglione

 

Block Bce: “Vertice calcio in bocca ai precari del Sud”. Ai cortei di protesta sono presenti i centri sociali, la rete antirazzista, il movimento lotta per la casa, le reti studentesche e gli operatori sociali precari. Migliaia di persone con indosso la maschera di Pulcinella si stanno riversando nelle strade di Napoli per “assediare” il vertice organizzato dalla Banca centrale europea alla reggia di Capodimonte a cui partecipano, oltre a Mario Draghi, i governatori delle banche europee. Gli organizzatori vogliono, però, abbassare il livello della tensione: “Ci saranno le vittime della crisi – dicono – ma crediamo che sia stato costruito un gigantesco clima di paura per questo corteo. In questi giorni siamo stati costretti a spiegare che sono i giovani di questa città a protestare, giovani che vogliono un futuro”. “Il vertice è come un calcio in bocca ai precari del Sud”, spiegano i capi dei movimenti organizzatori, partiti alle 10 di giovedì da Colli Aminei verso la sede del vertice: 3,6 chilometri che dovranno “contenere” le migliaia di manifestanti che chiedono di essere liberati “dalla dittatura finanziaria. Il corteo, composto da migliaia di persone,è preceduto da un furgone con altoparlante che spiega i motivi della protesta. 

 

Polizia con videocamere sulle divise. Il Prefetto di Napoli, Francesco Musolino, dichiara che le forze dell’ordine “si stanno preparando” a contenere la manifestazione. Per l’occasione, sono stati schierati circa 2 mila agenti per le strade del capoluogo partenopeo, alcuni provenienti da altre città. La Questura spiega che sono stati organizzati anche 50 punti di presidio della Polizia municipale. Gli uomini in divisa dovranno dividersi tra la manifestazione diretta alla reggia di Capodimonte e il controllo dell’altro incontro in programma in giornata: il vertice delle piccole e medie imprese europee 2014 al quale partecipano, tra gli altri, il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, Josè Manuel Barroso e il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi. Oltre ai manifestanti dei vari centri sociali, si teme per l’infiltrazione degli antagonisti all’interno del corteo. Questo ha portato alla decisione di mettere videocamere sulle divise dei poliziotti in servizio per riprendere eventuali scontri. Le forze dell’ordine temono anche per le difficoltà che si possono creare nell’accesso alle numerose strutture ospedaliere presenti lungo il percorso della manifestazione. 

Anche gli artisti dalla parte dei manifestanti. Numerosi esponenti della scena artistica napoletana e nazionale si sono schierati in favore delle proteste. Dal musicista Enzo Avitabile al gruppo rap 99 Posse, fino a Roy Paci. Gli artisti sposano in pieno le motivazioni che hanno portato all’organizzazione del corteo: si protesta nei confronti di “una Bce usata per finanziare un sistema bancario responsabile della crisi, invece di investire nel welfare”.

CRONACA ORA PER ORA

10.00: Partito il corteo dei manifestanti da Colli Aminei
Migliaia di manifestanti si stanno muovendo in direzione della reggia di Capodimonte al grido di “Stop Bce”. Scuole e negozi chiusi lungo il tragitto del corteo e applausi dai balconi. 
 

11.00: “Non abbiate paura di noi” gridano i manifestanti
“E’ stato fatto terrorismo mediatico. Non dovete avere paura di noi, ma di Draghi e di chi è rinchiuso alla Reggia di Capodimonte”, dice al microfono Alfonso De Vita, attivista del corteo.

11.10: Manifestanti: “Siamo 4 mila”
I capi delle organizzazioni in testa al corteo fanno sapere che in strada sono scese almeno 4 mila persone. “Oggi tutti gli italiani dovrebbero scendere in piazza per iniziare una stagione di lotta – dicono gli attivisti al microfono – tutti gli europei devono dire basta”.

11.17: Manifestanti ai cittadini di Napoli: “Scendete in strada con noi”
Gli organizzatori della protesta invitano i napoletani a unirsi alla protesta diretta verso la reggia di Capodimonte: “Venite con noi per mostrare il dissenso di chi non ha casa e soldi per arrivare a fine mese”.

11.30: Petardi e fumogeni contro Tribunale dei minori
I manifestanti in corteo all’altezza degli uffici del Tribunale minorile hanno fatto esplodere alcuni grossi petardi e lanciato all’interno della struttura chiusa alcuni fumogeni: uno di questi ha raggiunto un balcone al primo piano degli uffici.  

11.35: Tra i manifestanti alcuni col volto coperto
All’interno del corteo ci sono alcuni manifestanti con il volto coperto. Nei giorni scorsi le forze dell’ordine avevano manifestato preoccupazione per possibili infiltrazioni di gruppi antagonisti. 

11.35: Manifestanti alle forze dell’ordine: “Manifestate con noi”
“Toglietevi i caschi, unitevi a noi e fate venire anche i vostri figli”. Gli organizzatori delle proteste anti-Bce invitano le forze dell’ordine a manifestare con loro.  

12.00: Inizia a piovere, ma il corteo prosegue verso la Reggia
Malgrado la pioggia che sta cominciando a cadere su Napoli, prosegue senza defezioni il corteo “Block Bce” diretto verso la Reggia di Capodimonte dove è in corso il vertice della Bce. 

12.05: Elicottero sorveglia il corteo
Lo svolgimento della manifestazione è tenuto sotto controllo anche da un elicottero della polizia che sta sorvolando la zona. 

12.08: Bottiglie e fumogeni contro una banca
Un gruppo di manifestanti si è staccato dal corteo diretto verso la Reggia di Capodimonte e ha lanciato bottiglie e fumogeni sulle vetrine di un’agenzia del Banco di Napoli di via Colli Aminei. Un giovane con una bomboletta spray ha scritto sulla vetrina della banca “Ostility for austerity, ladri assassini fuck austerity” con vernice nera, rossa e blu.

12.10: Organizzatori a gruppo di violenti “Smettetela”
I capi dei movimenti che organizzano la manifestazione invitano i giovani che lanciano bottiglie e fumogeni contro le vetrate delle banche a smettere e tornare a manifestare pacificamente.

12.12: I medici del Cto applaudono i manifestanti
Il corteo incassa anche l’appoggio dei medici del Centro traumatologico ortopedico che applaudono al passaggio dei manifestanti.

12.15: Lancio di bombe carta e fumogeni contro la polizia
Alcuni manifestanti hanno indossato passamontagna e caschi e hanno caricato gli agenti in tenuta antisommossa che hanno risposto con idranti verso la folla. Il corteo sta tentando di superare il limite di sicurezza stabilito dagli agenti. 

12.25: Alcuni manifestanti scavalcano muro di cinta della Reggia
Alcuni manifestanti hanno scavalcato il muro di cinta della Reggia di Capodimonte, dove si stanno riunendo i vertici della Bce e i governatori delle banche centrali, superando il cordone di poliziotti e utilizzando una scala che si sono portati dietro durante tutto il corteo. 

12.32: Gli agenti bloccano uno dei manifestanti che ha scavalcato il muro di cinta
I poliziotti di guardia al palazzo sono riusciti a fermare un uomo che, utilizzando una scala era riuscito a introdursi all’interno del parco della Reggia di Capodimonte dove si sta riunendo il vertice Bce. Il giovane è stato portato in questura

12.35: Manifestanti: “Da noi nessuna violenza”
“Noi non stavamo facendo alcuna violenza a nessuno e voi ci avete attaccato”, hanno detto i capi dei manifestanti alla polizia schierata in tenuta antisommossa. 

12.43: Manifestanti: “Poliziotti, liberate il ragazzo fermato”
Quella del ragazzo era “una violazione simbolica per appendere uno striscione ‘Basta Bce'”, ha detto al megafono uno dei leader della protesta, Alfonso De Vita, che ha continuato “Si è dimostrato che i violenti non siamo noi”. 

12.55: Il corteo si sta sciogliendo
I capi della manifestazione hanno dichiarato chiuso il corteo di protesta e i manifestanti si stanno staccando dalla colonna di persone. 

13.00: Rifondazione Comunista appoggia manifestazione di Napoli
La BCE si comporta come un vampiro: ha strozzato i paesi del Sud Europa ma tiene in vita i moribondi per continuare a succhiargli il sangue”. E’ quanto afferma, in una nota, Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista. 

13.05: Il corteo si dirige verso il centro di Napoli
Il corteo Block Bce si sta ora dirigendo verso il centro della città. Dai megafoni si sta chiedendo con insistenza di liberare il giovane fermato dalla polizia. 

13.35: Manifestanti: “In strada fino a quando non verrà liberato il ragazzo fermato”
I leader del corteo hanno deviato il percorso imposto dalla polizia, dirigendosi verso il quartiere Sanità. Dai megafoni in testa alla colonna di persone fanno sapere che non scioglieranno la manifestazione fino a quando non sarà liberato il ragazzo arrestato dalla polizia dopo aver scavalcato il muro di cinta della Reggia di Capodimonte, dove si stava tenendo il vertice della Bce.

13.40: De Magistris sostiene i manifestanti
“Se non fossi stato sospeso – ha detto durante la conferenza stampa tenuta in seguito alla sua sospensione da sindaco di Napoli – avrei fatto un discorso politico, condannando lo strozzinaggio che le banche centrali europee attuano verso i cittadini”. 

15.00: Il corteo si ferma: “Presto liberano il ragazzo fermato”
“Aspettiamo Mario che tra pochi minuti dovrebbe essere rilasciato”, ha spiegato Alfonso De Vito, uno dei leader della manifestazione.