E così la prima giornata della nuova legislatura si va concludendo con un nulla di fatto: le Camere non sono riuscite a eleggere i loro presidenti, segno che nessun accordo politico è stato raggiunto fra le forze parlamentari.

Il commento più fastidioso, a mio modo di vedere, oggi va alla capogruppo del MoVimento 5 Stelle, Roberta Lombardi:Oggi inutile spreco di denaro” ha dichiarato alle agenzie. E, non contenta, ha aggiunto: “Questa giornata è solo un inutile spreco di denaro pubblico, una giornata assurda” nella quale “si spendono inutilmente 420mila euro“.

Ottimo, cittadina Roberta Lombardi: è vero. Oggi è stato sprecato del denaro pubblico inutilmente. E di questo fatto oggettivo lei e il suo gruppo parlamentare, assieme agli altri gruppi presenti in Parlamento, siete i primi responsabili diretti.

Guardi, cittadina Lombardi: gli italiani che l’hanno votata non l’hanno mandata in Parlamento per dichiarare (a pagamento) banali ovvietà come questa. L’hanno mandata in Parlamento per fare (a pagamento) delle riforme. Per votare delle persone che rappresentino un cambiamento. I presidenti delle Camere sono figure di garanzia, occorre parlare con i rappresentanti del popolo eletti in liste diverse dalla sua, e mettersi d’accordo – orrore! – su dei nomi che vadano bene a molti, se non a tutti.

Ha capito ora perché il suo nuovo ufficio si chiama “Parlamento”? Toccherebbe parlarsi. E quagliare, va da sé.