Un’esplosione in una chiesa di Jos, nel nord-est del Paese. Poi l’irruzione di un commando armato nella chiesa a Biu, nello stato di Borno, nella stessa area del Paese. E’ la cronaca dell’ennesima strage di cristiani in Nigeria. Questa volta si contano almeno 9 vittime tra i fedeli. Tra i cadaveri sarebbero stati trovati anche alcuni bambini. A Biu si contano almeno 15 feriti.

Nessuno ha rivendicato gli attacchi, ma si sospetta dei militanti islamici del gruppo Boko Haram, responsabili di diversi attentati contro i cristiani. Domenica scorsa, almeno 12 persone erano morte in un attentato suicida davanti ad una chiesa a Bauchi. “Tre uomini armati sono entra nel recinto della Chiesa e hanno cominciato a sparare alle persone all’esterno prima di entrare nell’edificio principale e continuare a sparare… Sono rimaste uccise e ferite molte persone”, ha riferito un testimone, Hamidu Wakawa, che era nella chiesa a  Biu Town, nello Stato di Borno.

In serata la setta islamica BokoHaram ha rivendicato gli attacchi.