/ di

Arnaldo Capezzuto Arnaldo Capezzuto

Arnaldo Capezzuto

Giornalista

Arnaldo Capezzuto, 1970. Napoletano, laureato in sociologia alla Federico II, giornalista professionista. Ho cominciato a scrivere sul quotidiano La Verità. Per anni ho seguito la cronaca nera e storie di criminalità per i quotidiani Napolipiù e Il Napoli gruppo Epolis. Collaboro con varie testate, tra cui il mensile L’Espresso Napoletano. Dirigo il periodico on line ladomenicasettimanale.it che fa parte del progetto de I Siciliani Giovani, gloriosa testata di Pippo Fava. Faccio parte di Ossigeno per l’informazione, l’osservatorio nazionale che si occupa dei cronisti minacciati e delle notizie oscurate. Ho ricevuto diversi riconoscimenti come il premio Paolo Giuntella – associazione articolo 21 e il premio europeo Journalist Award per alcune inchieste-denunce sull’attacco della camorra ai campi rom di Ponticelli. Ho partecipato ai documentari “Cronisti di strada”, “Il business dei baby neomelodici”. Sono uno degli autori de Il Casalese, il libro che la famiglia dell’ex sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino voleva far sequestrare e distruggere. Da ottobre 2015 a giugno 2017 ha fatto parte dell’area comunicazione del gruppo consiliare regionale della Campania del Movimento 5 Stelle in qualità di esperto.

 

Blog di Arnaldo Capezzuto

Società - 25 settembre 2018

‘Questa Lega è una vergogna’, l’appello dalla Campania contro odio e discriminazione

Da Napoli, medaglia d’oro al valore militare per la resistenza contro il nazi-fascismo e nell’anniversario delle ‘Quattro giornate‘, non casualmente parte un appello nazionale “contro odio e discriminazione“. Appello che diventa ancora più significativo dopo l’aggressione di Bari da parte di esponenti della destra estrema. Tra i primi firmatari che hanno sottoscritto l’iniziativa c’è Roberto […]
Mafie - 5 settembre 2018

Napoli, affacciarsi al balcone è un rischio. Se i camorristi fossero migranti Salvini interverrebbe?

Un nuovo raid armato al rione Forcella, nel cuore antico di Napoli. Questa volta i killer in sella a due potenti scooter hanno seminato il terrore in via Vicaria Vecchia. Non accadeva da 14 anni in quella stradina. Un sacrilegio. Il gruppo di fuoco ha sparato all’impazzata. Raffiche di proiettili calibro 9 esplosi in aria […]
Media & Regime - 23 agosto 2018

Salvini, anche il mio post su lui e la Diciotti è stato rimosso da Facebook

Accade qualcosa di inspiegabile o meglio di inquietante. Le notizie sgradite adesso vengono bloccate, rimosse, cancellate. E’ una sensazione che fa accapponare la pelle e per un attimo – ciò che avevi di scontato – ossia la libertà di pubblicare e quindi di farti leggere scompare in un sol colpo. Non si comprende cosa stia accadendo. E’ […]
Politica - 17 agosto 2018

Manganelli e squadracce ‘goliardiche’ nell’Italia dei rigurgiti razzisti pentaleghsiti

E’ un venticello trasformatosi in tempesta. E’ un rigurgito maleodorante fuoriuscito dalla fogne della storia: invade, pervade e ammorba l’aria. Un virus endemico, dormiente. Una micosi ideologica di un Paese che non ha mai fatto i conti con il suo tragico passato. C’è un travestimento ipocrita, una vernice giustificatoria, una sorta di autoassoluzione. E’ stato […]
Cronaca - 5 giugno 2018

Vibo Valentia, Soumayla Sacko era pericoloso perché sapeva di essere uno schiavo

Una fucilata alla testa. Così è stato ammazzato, trucidato, eliminato Soumayla Sacko, 29 anni, originario del Mali e sindacalista dell’Usb. Soumayla non si rassegnava. Combatteva, lottava per la dignità dei braccianti della piana di Gioa Tauro e in particolare di San Ferdinando. Solo e sempre schiavi, pochi euro per dodici ore di lavoro, baracche, stenti, […]
Mafie - 5 aprile 2018

Museo Capodimonte: adottata una panchina per Nunzio Giuliano, l’ex camorrista vittima dei clan

“Ragazzi, ribellatevi a un destino scritto da altri! Studiate! La cultura è libertà”. Lo ripeteva come un’ossessione Nunzio Giuliano, vittima innocente della camorra, ammazzato dai killer, il 21 marzo 2004, sotto casa, in via Tasso a Napoli. Aveva 57 anni e una nuova vita davanti. La trama per lui non è stata la stessa che – […]
Giustizia & Impunità - 19 febbraio 2018

Napoli, l’inchiesta di Fanpage è senza inchini. Ora la dinasty De Luca balla su un precipizio

Mascelle serrate e denti stretti. La rabbia è a malapena controllata. Biascica un sussurro ringhioso: “Vi faremo ringoiare tutto”. Eccolo il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, forse per la prima volta in seria difficoltà e sfiancato dagli effetti collaterali della clamorosa inchiesta giornalistica Bloody Money, condotta dal giornale on line Fanpage.it diretto da Francesco Piccinini. Nella […]
Cronaca - 15 gennaio 2018

Baby gang a Napoli, non torniamo nel ghetto

E’ un momento difficile, l’ennesimo. Siamo tornati al centro del disonore delle pagine di cronaca nera dell’informazione nazionale. Ora l’emergenza si chiama ‘baby gang’, prima ‘paranza dei bimbi’ e ‘stese’. E’ l’eterno corsi e ricorsi storici di una storia che non riusciamo a cambiare. Sembra di vivere in un flipper impazzito con la sfera metallica […]
Giustizia & Impunità - 3 gennaio 2018

Ferdinando Imposimato e quell’ossessione per le mani sporche

“So solo che in questo paese ci sono verità che qualcuno non vorrebbe far conoscere. Io però non mi rassegno, e fino a quando avrò fiato e forza andrò avanti. I segreti non si possono nascondere a vita. Prima o poi questo non sarà più il paese dei misteri. Questa è una mia certezza, granitica […]
Mafie - 20 settembre 2017

Napoli, i racconti del boss pentito Notturno devastanti come quelli di Spatuzza

E’ stata costruita a tavolino. Una verità giudiziaria credibile, parziale e di comodo. Racconti verosimili studiati nei dettagli che avessero quei requisiti per ottenere dai giudici il riconoscimento dello status di collaboratore di giustizia. Una strategia condivisa, lucida e cinica orchestrata dai capi camorra per scansare gli ergastoli. La contropartita è: provvedere vita natural durante […]
La sinistra ha abbandonato i diritti sociali in favore di quelli civili. Questa è la sua metamorfosi
“Sono uno chef, ho la Sla e ho detto di no a Obama. Con la cucina molecolare ho ridato ai malati i sapori dei cibi”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×