/ di

Arnaldo Capezzuto Arnaldo Capezzuto

Arnaldo Capezzuto

Giornalista

Arnaldo Capezzuto, 1970. Napoletano, laureato in sociologia alla Federico II, giornalista professionista. Ho cominciato a scrivere sul quotidiano La Verità. Per anni ho seguito la cronaca nera e storie di criminalità per i quotidiani Napolipiù e Il Napoli gruppo Epolis. Collaboro con varie testate, tra cui il mensile L’Espresso Napoletano. Dirigo il periodico on line ladomenicasettimanale.it che fa parte del progetto de I Siciliani Giovani, gloriosa testata di Pippo Fava. Faccio parte di Ossigeno per l’informazione, l’osservatorio nazionale che si occupa dei cronisti minacciati e delle notizie oscurate. Ho ricevuto diversi riconoscimenti come il premio Paolo Giuntella – associazione articolo 21 e il premio europeo Journalist Award per alcune inchieste-denunce sull’attacco della camorra ai campi rom di Ponticelli. Ho partecipato ai documentari “Cronisti di strada”, “Il business dei baby neomelodici”. Sono uno degli autori de Il Casalese, il libro che la famiglia dell’ex sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino voleva far sequestrare e distruggere. Da ottobre 2015 a giugno 2017 ha fatto parte dell’area comunicazione del gruppo consiliare regionale della Campania del Movimento 5 Stelle in qualità di esperto.

 

Blog di Arnaldo Capezzuto

Cronaca - 18 Maggio 2019

Napoli, Salvini invoca un piano contro le mafie. Ma qui è saltata ogni logica criminale

“Un piano di unità nazionale contro le mafie”. E’ l’annuncio solenne e definitivo del ministro dell’Interno Matteo Salvini nel corso del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di giovedì scorso in Prefettura a Napoli. Il capo del Viminale, che non è un interlocutore efficace e tecnicamente all’altezza nella lotta alle mafie, tra un sorvolo […]
Mafie - 11 Maggio 2019

Napoli è piegata dalla camorra. Ma l’arresto del killer di Noemi ci insegna cosa sia la credibilità

Li avete visti bene nelle foto, nelle immagini dei Tg, i fratelli Armando e Antonio Del Re accusati a vario titolo di aver fatto quasi una strage in piazza Nazionale a Napoli dove è rimasta ferita la piccola Noemi di appena 4 anni? Lo studioso Cesare Lombroso ci avrebbe scritto un’enciclopedia. Guardateli bene negli occhi, […]
Cronaca - 7 Maggio 2019

Napoli, Noemi è in coma ma c’è chi ancora copre l’uomo che ha sparato

“Non mollare, ti aspetto per continuare a crescere insieme”. E’ stata la piccola Raffaella a scrivere il cartello, incaricando la mamma di affiggerlo al cancello d’ingresso dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Qui, da venerdì pomeriggio, è ricoverata Noemi, appena 4 anni. E’ in rianimazione, intubata e in coma farmacologico. Un proiettile da guerra con incamiciatura […]
Cronaca - 4 Maggio 2019

Napoli, la camorra terroristica spara in mezzo alla gente. E il ministro Salvini è inadeguato

L’onda di rabbia, dolore, indignazione, in queste ore difficili e sofferte, travolge Napoli. C’è scoramento, disillusione e senso di sconfitta in chi ogni santo giorno dà il proprio contributo per non far ammainare definitivamente la bandiera della speranza in una città disperata. Una “creatura”, Noemi, di appena 4 anni, combatte a muso duro la battaglia […]
Cronaca - 27 Marzo 2019

Napoli, megaparty in piazza del Plebiscito per Tony Colombo e la vedova del boss. Un obbrobrio!

Un pugno nello stomaco. Uno spettacolo obbrobrioso. Il trash invade il salotto buono di Napoli tra l’indifferenza generale. Un box con pannelli bianchi allestito con tanto di palco, faretti con luci colorate, strumenti musicali, consolle e impianto di amplificazione, con casse che sparano a palla migliaia di watt di potenza. I gorgheggi, le urla, i […]
Cronaca - 25 Febbraio 2019

Napoli, quattro colpi di pistola sulla pizzeria Di Matteo. La camorra mette nel mirino i simboli

Nel gorgo criminale ora finisce anche la pizzeria “Di Matteo”, di via dei Tribunali, nel Centro storico di Napoli. Un locale celeberrimo e conosciuto in tutto il mondo, per una gigantografia monumentale che campeggia all’ingresso: c’è il presidente americano Bill Clinton che agguanta la pizza e piegata a portafoglio, l’assaggia estasiato. Correva l’anno 1994. Il […]
Mafie - 5 Febbraio 2019

Sandro Ruotolo, chi ha paura del giornalismo d’inchiesta?

Sospesa la revoca della scorta al giornalista Sandro Ruotolo. La protezione dello Stato resta. Tiriamo un sospiro di sollievo. La precedente decisione di lasciare un cronista impegnato da oltre 40 anni nella lotta quotidiana alle mafie, senza garantirgli la sicurezza personale ha suscitato – non poteva essere diversamente – un’onda lunga di proteste che hanno […]
Cronaca - 16 Gennaio 2019

Bomba contro la pizzeria Sorbillo, un attacco a Napoli e ai suoi figli giusti

Una bomba che squarcia il silenzio della notte. Il boato che echeggia lungo i vicoli che si diramano da via dei Tribunali, la strada dei Decumani, nel cuore del centro storico di Napoli. Fiamme e fumo. Il cancello divelto, intonaci caduti e tanti danni. L’agguato è alla pizzeria di Gino Sorbillo, un marchio, una storia […]
Cronaca - 4 Gennaio 2019

Donna trascinata al guinzaglio, stavolta Napoli non ha girato la testa dall’altra parte

“Mi tormentava, si innervosiva solo se salutavo un amico, un’amica. S’ingelosiva anche se mostravo affetto per la mia cagnetta. Rabbioso e sospettoso, un’ossessione. Mi controllava nonostante facessi una vita ritirata: casa e lavoro”. Un racconto dolente. Parole soffiate con sofferenza e disillusione. Poi i silenzi intervallati da singhiozzi e lacrime. È una confessione, un atto […]
Società - 25 Settembre 2018

‘Questa Lega è una vergogna’, l’appello dalla Campania contro odio e discriminazione

Da Napoli, medaglia d’oro al valore militare per la resistenza contro il nazi-fascismo e nell’anniversario delle ‘Quattro giornate‘, non casualmente parte un appello nazionale “contro odio e discriminazione“. Appello che diventa ancora più significativo dopo l’aggressione di Bari da parte di esponenti della destra estrema. Tra i primi firmatari che hanno sottoscritto l’iniziativa c’è Roberto […]
Papa Francesco: “No al cibo avariato delle fake news. La comunicazione non semini odio, né sia megafono per chi urla di più”
Il piano

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×