/ di

Mattia Eccheli

Articoli Premium di Mattia Eccheli

Economia - 28 novembre 2017

Dieselgate: “In Francia Fca rischia 10 miliardi di multa”

In Francia Fca rischia una maxi multa di 9,62 miliardi di euro per via del dieselgate. Lo ha rivelato il quotidiano francese Le Monde, che in settembre aveva anticipato una possibile sanzione fino a 5 miliardi di euro per il gruppo a partecipazione pubblica Psa (Peugeot, Citroen, Ds e Opel) per aver manipolato le emissioni […]
Mondo - 21 novembre 2017

Fra Giamaica e ricatti La Merkel sceglie l’urna

Gelo sull’ipotesi caraibica tedesca: a due mesi dalle elezioni e dopo un mese di consultazioni preliminari, i liberali hanno fatto saltare le trattative per la cosiddetta coalizione Giamaica tra Unione, Liberali e Verdi. “Non possiamo piantare in asso le nostre elettrici ed i nostri elettori”, aveva dichiarato nella nottata di domenica il segretario dei liberali Christian […]
Mondo - 26 ottobre 2017

“Solo due feriti gravi”. “Pil catalano giù del 30%”

1.I feriti. “Mi hanno deliberatamente rotto le dita, una per una”. La denuncia di una giovane attraverso un messaggio audio alla madre aveva fatto il giro del web. Dopo la diffusione di alcuni video sono però sorti dei dubbi: l’agente l’aveva presa per la mano destra, ma la ragazza appariva poi con la mano sinistra […]
Economia - 24 ottobre 2017

Nuovi guai per Fiat: ha “intralciato le indagini” a Parigi

Non solo frode, ma anche reticenza. Secondo il quotidiano Le Monde, che ha “intercettato” il dispositivo con le ipotesi di reato inviato alle parti civili, in Francia Fca rischia di dover rispondere non solo di truffa aggravata, ma anche di intralcio alla giustizia. Il nuovo filone d’inchiesta sarebbe da addebitare alla reticenza del colosso italo-americano in […]
Mondo - 22 ottobre 2017

Air Berlin in bancarotta, il suo boss viene premiato con 4,5 milioni di euro

Per il 58° compleanno, il 20 dicembre, Thomas Winkelmann è riuscito a farsi un bel regalo. La garanzia di venire pagato fino al 2021 da una compagnia aerea che il 27 ottobre smetterà di volare; percepirà 4,5 milioni di euro, inclusi 950 mila euro l’anno lordi di stipendio. Una bella cifra per aver pilotato la […]
Mondo - 20 ottobre 2017

“Siamo intrappolati nell’indipendenza. E saremo più poveri”

“Llibertat presos politics Sanchez Cuixart”. I manifestanti di martedì sera, 200 mila secondo la polizia, hanno appiccicato il volantino lungo l’Avenida Diagonal. Il giorno dopo, un piccolo esercito di addetti della nettezza urbana, ha ripulito per ore dalla cera delle candele accese dagli indipendentisti. L’arteria, che taglia in due Barcellona, è rimasta chiusa per tutto […]
Mondo - 12 ottobre 2017

L’enfant prodige vince rubando a destra

C’è gente che a 27 anni sta ancora finendo gli studi. O che è in cerca di un’occupazione. Anche di un lavoro precario. Lui, Sebastian Kurz, era già all’Estero: come ministro. E adesso, a 31, rischia di diventare il più giovane cancelliere che l’Austria abbia mai avuto. Kurz è l’esponente di spicco di un agonizzante […]
Mondo - 26 settembre 2017

L’ultradestra in rosa che ha spaccato il Paese è già spaccata

Alternativa all’alternativa. A sinistra della destra estrema. Frauke Petry, diventata leader della AfD dopo aver contribuito all’allontanamento del suo fondatore, il docente antieuro Bernd Lucke, si è smarcata dal partito poco ore dopo il trionfo. Anche personale. Con 94 deputati, la Alternative für Deutschland è entrata nel Bundestag con toni e slogan che la Germania […]
Mondo - 25 settembre 2017

Débâcle vincente della Merkel tra “Giamaica” e sfida xenofoba

Il potere logora chi ce l’ha. Gli elettori hanno premiato chi non ha avuto responsabilità di governo, malgrado nella scorsa legislatura le opposizioni non abbiano mai contato così poco: la Grosse Koalition aveva tre quarti dei seggi. Unione ed Spd hanno perso il 14% dei consensi e sono scivolate al 54%. Una bocciatura chiara. La […]
Mondo - 24 settembre 2017

Cancelliera “Teflon”: Angela vince senza fare

La fischiano. Le hanno tirato i pomodori. Le chiedono di andarsene. La Germania è stanca di Angela Merkel. O, meglio, una parte della Germania. Non solo quella che vota Alternative für Deutschland, il partito che organizza trasferte per contestarla nei comizi. La Germania la avrà ancora come capo del governo, per la quarta volta, come […]

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×