Un caso come quello dei suicidi del 64enne Roberto Zaccaria e del 24enne Daniele, coinvolti nella vicenda raccontata dalle Iene su Italia 1 e finita nel mirino della procura di Forlì “non deve più succedere“. Parla così Pier Silvio Berlusconi. Non si sottrae a una domanda doverosa fatta dai giornalisti presenti oggi giovedì 10 novembre in conferenza stampa, a Cologno Monzese. Il contesto è quello della presentazione dei risultati dell’ultima stagione Mediaset. Ieri la Procura di Forlì ha aperto un’indagine sui due suicidi che mira a chiarire quanto accaduto domenica 6 novembre, quando il 64enne di Forlimpopoli si è tolto la vita dopo la messa in onda di un servizio realizzato da Matteo Viviani per la trasmissione del secondo canale del Biscione. Al momento nessuno è iscritto nel registro degli indagati. “Non voglio entrare nello specifico – ha aggiunto Pier Silvio Berlusconi – e penso che dire basta a un certo tipo di giornalismo sarebbe come tornare indietro invece che andare avanti. Ma il punto è come viene fatto: servono attenzione e sensibilità, non è facile. Le Iene è un programma fatto da signori professionisti, Parenti (il creatore, ndr) è bravo. Ma è una questione di sensibilità personale: da editore dico che quella cosa lì non mi è piaciuta. Capita, ma bisogna tenere alto il livello di guardia”. La storia ha avuto inizio un anno fa quando Daniele si è tolto la vita a 24 anni dopo essersi scoperto vittima di una truffa sentimentale online. Chi chattava con lui non era infatti una ragazza ma il 64enne Roberto Zaccaria che si è suicidato dopo la messa in onda del servizio de Le Iene: il legale della famiglia aveva parlato di “gogna mediatica” ed espresso la volontà di presentare un esposto in Procura. Procura che ora indaga su decisione dalla procuratrice Maria Teresa Cameli.

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

“Compro da mangiare per i miei dieci figli con 1500 dollari al mese”: la storia di mamma Amanda Sellers fa il giro del mondo

next
Articolo Successivo

Biagio Antonacci: “Il mio tour è inclusivo e contro la guerra. In gara a Sanremo? No, troppa ansia” e dice “I Love You” alla Pausini che sale (a sorpresa) sul palco

next