Dimmi su quale carpet vai e ti diro chi (non) sei. Gia’ perchè una posa anche su un quadratino rosso di pochi centimetri per una mitragliata di flash non si nega a nessuno. Dall’estetista alla parrucchiera, dalla stilista di spose (chi si sposa?) alla duchessa reale, da Salvini (ditemi voi cosa c’entra?) alla ex Miss Italia, passando per uno stuolo di influencer, “gieffine” ed tronisti. Sul red carpet della 79esima Mostra del Cinema di Venezia ne abbiamo viste di ogni.

Iniziamo con Matteo Salvini arriva anche la fidanza Francesca Verdini, in completo maschile ma dalla scollatura non parca. Entrambi non raggiungono la sufficienza. Ou là-là, arriva l’ultima diva, Leone alla Carriera. E’ un po’ imbolsita, mais oui, je suis Catherine Deneuve. Con il total black non si sbaglia mai: lo sa bene l’osanatissimo l’assoluto Elio Germano. 10 e lode alla sua bravura. Optical per il top/crop armatura Louis Vuitton per l’attrice Noemie Merlant. Venti minuti d’applausi per l’amante cannibale Timothèè Chalamet all’arrivo indossava un cardigan a fiori e una gonna pantalone mimetica. La sera una tutina rossa attillata e laminata con le spalle scoperte. Un delirio anche per la tifoseria transgender.

Si sdoppia Tilda Swinton (protagonista di The Eternali Daughter) con i capelli corti giallo sole: “E’ il mio modo di onorare metà della bandiera ucraina”. Basta questo per promuoverla a pieni voti. Soave ed elegantissima in un look firmato da Valentino l’influencer ora attrice Vanessa Kirby, che ha sfoggiato un abito couture appena visto in passerella con la collezione The Beginning. Il direttore creativo della Maison di Piazza Mignanelli, Pierpaolo Piccioli, ha curato poi anche i look di Florence Pugh e Julianne Moore, tra trasparenti luminescenze: promosse entrambe a pieni voti. Laura Dern opta invece per un tricoter a petali di girasole che fa molto vintage/chic. C’entra come il cavolo a merenda la duchessa di casa reale (non più) Sarah Ferguson: la rossa sa che il verde bosco en velours le dona. Ma noi la bocciamo lo stesso.

Una nuvola di taffetà azzurro baby, troppo rigido e infagottante, per Zooey Deschanel, invitata anche al party più esclusivo che ha messo a dura prova persino il più incallito degli imbucati. Abbagliante la cascata di gioielli Bulgari. Elisabetta Canalis, ex velina nobilitata dal flirt con charming George, sfila invece con un abito super sexy con spacchi trattenuti da spille/gioiello. Mi si nota di più se metto un rosa psichedelico?, si deve essere chiesta la regista franco senegalese Alice Diop, un po’ Medea africana in omaggio a Pasolini. Chiudiamo questa rassegna con il divo per eccellenza, Brad Pitt: così divo che si è presentato in sneakers.

Articolo Precedente

Venezia 79, Brad Pitt sul red carpet con le sneakers: dolore ai piedi o new look per ringiovanire i (quasi) 59 anni?

next
Articolo Successivo

Camilla, la metamorfosi nei look: da inelegante e agghindata con i cappellini alla “cappellaio matto”, alla prima impeccabile uscita da Regina consorte

next