Come evitare un posto di blocco della polizia e sfuggire all’alcol-test? Due uomini sono scesi dall’auto sulla quale viaggiavano e hanno spinto il veicolo fino ad una pista ciclabile, per poi risalire in macchina e allontanarsi battendo la corsia riservata alle biciclette. Questo è quanto è accaduto su una strada regionale nella comunità autonoma di Murcia, in Spagna, lo scorso 10 luglio. I video realizzati da altri automobilisti avevano fatto il giro del web. A causa dei controlli della polizia c’era una lunga coda di auto e due uomini di origini africane avevano escogitato questo piano per spingere la macchina lungo il dislivello che portava a una pista ciclabile sottostante. Forse per evitare che l’uomo alla guida risultasse positivo all’alcol test.

A meno di un mese di distanza, come riporta Laverdad.es, le indagini si sono concluse. L’automobilista è stato identificato e arrestato: è un 26enne senegalese, inchiodato anche grazie ai video realizzati da altri automobilisti che, divertiti, avevano immortalato la vicenda. Adesso però il 26enne è nei guai: è infatti accusato di aver evitato deliberatamente i controlli della polizia, di guida con patente scaduta e di non aver effettuato la revisione periodica della macchina. Non solo: gli è stata ritirata la patente e ha ricevuto una multa di 500 euro. C’è pure una denuncia a suo carico, e al termine delle indagini rischia di essere processato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Maldive, resort di lusso cerca un “libraio scalzo”: vivrà in una suite da 36mila euro a notte. Ecco quali sono i requisiti

next
Articolo Successivo

Eredita 4 milioni di euro dalla famiglia ma rinuncia: “Non voglio essere così ricca. Non saprei cosa farne”

next