Qualcuno potrebbe dire che chi ha il pane non ha i denti. Eppure Marlene Engelhorn, 29 anni, erede di una fortuna milionaria di circa 4mila milioni di euro, ha deciso di rinunciare al 90% del suo patrimonio, perché non vuole essere “così ricca”. Marlene è una discendente dei fondatori di BASF, una delle più grandi aziende chimiche del mondo, il cui fatturato nel 2021 ammonta a oltre 78.000 milioni di euro. Fondata nel 1865, la Basf ha brevettato alcune invenzioni storiche come il colorante indaco e la tecnologia necessaria alla funzionalità dei nastri magnetici. Forbes fa sapere che sua nonna è alla posizione 687 nella classifica delle persone più ricche del mondo. La 29enne spiega così ai media tedeschi: “Questa non è una questione di volontà, ma di correttezza. Non ho fatto nulla per ricevere questa eredità. Questa è pura fortuna alla lotteria delle nascite e pura coincidenza. Non dovrebbe essere una mia decisione cosa fare con i soldi della mia famiglia, per i quali non ho lavorato. Non saprei cosa farne e non potrei essere felice“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Spinge l’auto sulla ciclabile per evitare l’alcol-test: 26enne arrestato, multato e patente ritirata

next
Articolo Successivo

Food blogger cucina e mangia in diretta uno squalo bianco. Indagata dalla polizia: “È specie protetta”

next