Il Palio di Siena torna nel mirino degli animalisti. Una denuncia per maltrattamento “è stata inviata questa mattina alla procura di Siena dall’Associazione italiana difesa animali ed ambiente Aidaa nei confronti degli organizzatori del Palio di Siena”. La denuncia, come spiega l’associazione, “riguarda le cadute dei cavalli delle contrade Istrice e Civetta avvenute nei giorni scorsi durante le prove”. “Abbiamo voluto aspettare dopo la provaccia di questa mattina – affermano gli animalisti di Aidaa- e il fatto che i due cavalli siano stati esclusi per le condizioni generali di salute dopo la caduta ci ha dato la certezza che gli stessi si sono fatti male, in particolare il cavallo dell’Istrice che proprio non si è presentato in piazza, mentre quello della Civetta è stato rimandato in contrada dopo i controlli veterinari. Vedremo se almeno questa volta i responsabili pagheranno”.

E infatti le contrade di Civetta e Istrice non parteciperanno al Palio su decisione dell’amministrazione comunale dopo la consultazione della commissione veterinaria. “Non è stata una scelta semplice ma sofferta, pensata e documentata” ha spiegato il sindaco Luigi De Mossi che ha sottolineato che per i due animali si tratta di “piccoli infortuni che non pregiudicano la vita dei cavalli”. “Il Comune ha un’urgenza che riguarda tutta la comunità che è la salvaguardia e la tutela dei cavalli” ha spiegato ancora il primo cittadino nella conferenza stampa che precede il Palio. “Se vogliamo riuscire a gestire il Palio per i secoli futuri dobbiamo sempre tenere conto delle mutate sensibilità sociali, di ciò che dall’oggi al domani può cambiare nell’ottica di un rispetto che noi abbiamo sempre avuto nei confronti dei cavalli” ha aggiunto De Mossi specificando: “Non saremmo qui oggi se non ci fossero stati una lunga teoria e una lunga tradizione che hanno comportato un sempre migliore trattamento dei cavalli, un sempre maggiore rispetto degli animali. Il dovere del Comune prevale sulla passione delle singole contrade con grande rispetto delle contrade medesime” .

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Verona, criticò il vescovo Zenti per le parole sul gender: centinaia di studenti e prof in piazza per difendere don Marco Campedelli

next
Articolo Successivo

Trovato vivo l’escursionista disperso da una settimana. Era in un canalone: salvato dai Vigili del fuoco

next