Serena Enardu ha voluto accanto la sorella Elga per raccontare che la scorsa notte (23 giugno) un uomo si sarebbe recato a casa sua perché voleva far del male al figlio. L’ex tronista ha postato il racconto su Instagram, attraverso alcune stories. Non potendo rivelare nomi o ulteriori dettagli a causa della denuncia in corso, ha deciso comunque di raccontare questa brutta esperienza. “Sia il mio avvocato che altre persone che mi vogliono bene mi hanno sconsigliato di parlarne sui social, ma io faccio fatica (a non farlo, ndr) ma non perché voglio spettacolizzare quello che mi succede. So per certo che le esperienze, soprattutto quelle negative condivise, possono aiutare altre persone ad affrontare questi momenti nella maniera migliore” racconta Enardu. E continua: “Mi sono recata a fare la denuncia perché una persona di cui non farò il nome… Una persona squallida, una persona violenta, un essere spregevole diciamo invisibile della vita di mio figlio si è presentata a casa per picchiarlo. La cosa più assurda è che dovrebbe essere l’unica persona al mondo che lo dovrebbe proteggere ma non l’ha mai fatto. Non c’è fine al peggio ma noi siamo molto forti. Voglio chiudere il discorso perché è tutto molto pesante”. Parole e accuse molto forti. Il volto del programma di Canale5 ha aggiunto: “Tommaso è stato scosso parecchio dal punto di vista psicologico. In questo momento sono abbastanza frastornata, lo siamo entrambi in realtà. Vi prometto che a breve tornerò con il solito mood di sempre, quello che mi contraddistingue. Devo risolvere giusto due cosine burocratiche”. Tommaso, diciassette anni, è l’unico figlia di Serena Enardu. L’identità del padre non è mai stata rivelata dall’ex tronista che ha confessato in passato di essere stata lasciata ad appena un mese dell’inizio della gravidanza. Ecco cosa aveva raccontato la donna riguardo il rapporto padre/figlio durante la “linea della vita” al Grande Fratello Vip: “Il papà di Tommaso esiste ma non me la sento di raccontare il loro rapporto. Io, pur essendo mamma, non considero Tommaso di mia proprietà”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giovanni Allevi posta una foto dall’ospedale: “È iniziata la battaglia che mi porta nel nucleo profondo della fragilità umana”

next
Articolo Successivo

Ezra Miller ospita bambini nel suo ranch “mentre maneggia pistole” e fuma marijuana: “Armi di fianco ai peluche”

next