Bill Cosby è stato giudicato responsabile di abusi sessuali su una minorenne. L’ex dottor Robinson, protagonista del celebre omonimo telefilm cult, ha abusato sessualmente di una ragazza di 16 anni al Playboy Mansion nel 1975. Questo quello che hanno sentenziato i giurati della contea di Los Angeles dopo un processo civile durato un mese. La giuria si è quindi pronunciata a favore di Judy Huth assegnandole un risarcimento di 500.000 dollari. I giurati hanno affermato che Cosby ha causato intenzionalmente contatti sessuali con la Huth, che credeva ragionevolmente avesse meno di 18 anni, e che la sua condotta era guidata da un “interesse sessuale innaturale o anormale verso un minore”. Il verdetto chiude una delle ultime rivendicazioni legali intentate, e rimaste, contro l’84enne Cosby. Dopo la deflagrazione del #MeToo erano state più di 50 le donne che l’avevano accusato di molestie e violenza sessuale avvenute per quasi cinque decenni.

La ricostruzione della vicenda, a cui i giurati hanno dato credito, parte dalla testimonianza della Huth che ha affermato come nel 1975 avesse incontrato Cosby in un parco e che l’attore in seguito ha portato lei e una sua amica alla Playboy Mansion. All’epoca Cosby aveva 37 anni e l’ha aggredita, costringendola a compiere un atto sessuale senza il suo consenso. L’uomo, che non si è presentato fisicamente al processo, ha negato ogni azione e ha perfino testimoniato sostenendo che nemmeno conosceva la Huth. La donna, peraltro, aveva intentato una causa contro Cosby nel 2014 sostenendo che la violenza era avvenuta nel 1974, quando aveva 15 anni, ma in seguito ha concluso che si era sbagliata riguardo all’anno e che era successo nel 1975. Come riporta la BBC, Jennifer Bonjean, l’avvocato di Cosby, ha contestato il racconto di Huth durante il processo, definendo la sua cronologia piuttosto approssimativa e ritoccata in più punti.

Il portavoce di Cosby, Andrew Wyatt, ha detto che il team legale dell’attore ha intenzione di appellarsi alla decisione della giuria, ma l’ha descritta come una vittoria per l’attore, sottolineando che era molto meno di quanto l’avvocato di Huth avesse chiesto nell’arringa finale, cioè 8 milioni di dollari. L’avvocato della vittima ha dichiarato: “Siamo onorati di rappresentare la signora Huth.Voglio anche ringraziare tutte le donne che si sono espresse nel corso degli anni e si sono rifiutate di tacere di fronte a ciò che credevano essere ingiustizie e abusi sessuali da parte di uomini potenti… Siamo orgogliosi della signora Huth e della nostra vittoria contro Bill Cosby”. Il processo si è svolto quasi un anno dopo che l’attore era stato liberato dal carcere della Pennsylvania, dopo che la condanna di aver drogato e aggredito sessualmente un’altra donna era stata annullata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

Joe Bastianich punta sulla cannabis e la serve in tavola

next
Articolo Successivo

Flower Summer Cup, la nuova challenge di TikTok “contro” la Boiler Summer Cup: ecco come funziona

next